In Uzbekistan protagonista la scuola casertana

Una delegazione dell'Istituto Alberghiero "Ferraris" ha incantato gli uzbechi

in uzbekistan protagonista la scuola casertana
Caserta.  

Successo e consensi per la “Settimana della Cucina Italiana a Tashkent” che si è tenuta nei giorni scorsi nella moderna capitale dell’Uzbekistan. Protagonista una delegazione dell’Istituto Statale Alberghiero “Galileo Ferraris” di Caserta, guidata dalla professoressa Daniela Giaquinto, docente di lingue straniere. Hanno partecipato gli allievi di cucina Alessandro Tucci, Diodato Luiso, Alessio Foglia e Sergiu Salzillo accompagnati dal docente-chef Pasquale Claudio Raccio e le allieve del corso di sala e ricevimento Maria Farina, Grazia Martino e Filomena Prezioso seguite dal loro docente Nicola Visca.

L’evento è stato organizzato dalla preside dell'Istituto Alberghiero “Ferraris” di Caserta, Antonietta Tarantino che da anni promuove missioni formative scuola-lavoro all’estero, dal Consolato onorario della Repubblica dell'Uzbekistan in Caserta per la Campania e il Molise, dal Miran International Hotel, col supporto dell'Ambasciata Italiana a Tashkent, Ambasciata dell'Uzbekistan a Roma e Uzbekistan Airways. Giunta alla terza edizione nel paese centroasiatico, la missione ha avuto come finalità la promozione della cucina italiana, la formazione professionale e il rafforzamento delle relazioni tra i due Paesi.

Il team del “Ferraris” ha operato nell’incantevole Miran International Hotel di Tashkent, dando vita a vari eventi come la “Serata Pizza” e la “Cena di Gala Italiana”, preparando piatti tipici della tradizione nazionale e regionale. Ha poi cucinato nella residenza dell’Ambasciatore italiano Riccardo Manara, al ricevimento per la Festa della Repubblica, con grande apprezzamento delle più alte autorità e rappresentanti diplomatici. I prodotti di eccellenza sono stati offerti da: Pastificio Pallante "Pasta Reggia", Pasticceria Gargiulo di Caserta con i suoi deliziosi baba', COLDIRETTI CASERTA, COLDIRETTI NAPOLI e Campagna Amica, Caseificio Paradiso di Pietramelara con la mozzarella di bufala dop e le aziende “Fiammante” e “Strianese” con saporiti pomodori pelati campani dop.

Nel corso degli eventi sono state allestite esposizioni di manifatture in seta prodotte dal “Setificio Leuciano” di Caserta, continuatore di quella eccellente tradizione nata alla fine del '700 grazie a re Ferdinando IV di Borbone. Nella delegazione anche il soprano casertano M° Teresa Sparaco che, accompagnata dal manager Giovanni Leuci, nel corso della settimana ha tenuto vari concerti, deliziando il pubblico con performance di lirica e bel canto napoletano, anche in tandem con cantanti e danzatrici uzbeke.

Il Console Vittorio Giorgi: “Questo evento ha contribuito alla promozione bilaterale dei due Paesi ed alla creazione di nuove sinergie ed opportunità, tanto che siamo già richiesti per il prossimo anno. Sono molto soddisfatto del lavoro fatto da tutti i membri della delegazione”.