Marino: "Stato di calamità in provincia di Caserta"

Il sindaco e presidente regionale Anci: "Danni enormi: dai Comuni un grido di dolore"

marino stato di calamita in provincia di caserta
Caserta.  

Il presidente Anci Campania e sindaco di Caserta Carlo Marino ha inviato una richiesta urgente per lo stato di calamità in provincia di Caserta al presidente De Luca, al suo vice Bonavitacola e alla Protezione Civile Regionale.

Gentile Presidente della Giunta Regionale, Vincenzo De Luca

L’evoluzione dei fenomeni atmosferici di questi ultimi giorni ha determinato una diffusa situazione di criticità e sofferenza in gran parte del territorio regionale, con diffuse situazioni di pericolo per l’incolumità delle persone, provocando la perdita di una vita umana, l’isolamento di alcune località e l'evacuazione di centinaia di famiglie dalle proprie abitazioni.

Questa ondata di maltempo, caratterizzata anche da venti di forte intensità e mareggiate, ha determinato movimenti franosi, esondazioni di corsi d’acqua con conseguenti alluvioni, gravi danneggiamenti alle infrastrutture viarie, ad edifici pubblici e privati, alle opere di difesa idraulica, alla rete dei servizi essenziali ed alle attività economiche e produttive, nonché l’abbattimento di piante di alto fusto.

Raccogliendo l’appello e il grido di dolore che arriva in queste ore alla nostra Associazione da parte di molti Comuni della Campania, l’Anci

Le chiede di valutare la dichiarazione dello stato di emergenza,

prevedendo, nel contempo, appositi stanziamenti per gli interventi di soccorso e assistenza alle popolazioni interessate dagli eventi oltre che per i provvedimenti necessari alla rimozione delle situazioni di pericolo per la pubblica e privata incolumità.  

Confido in un Suo autorevole e immediato intervento.

Anci Campania si rende disponibile ad ogni forma di collaborazione istituzionale per alleviare le condizioni di disagio dei Comuni così duramente colpiti”.