Special Olympics, l'inclusione come modo di vivere

Al Palajacazzi di Aversa grande successo dell’evento Volley Week

special olympics l inclusione come modo di vivere
Aversa.  

Una festa all’insegna dell’amicizia e dell’inclusione. Questo è stato Volley Week, l’evento tenutosi al Palajacazzi che ha visto protagonisti giovani atleti con e senza disabilità intellettive, entusiasti nel giocare insieme nella stessa squadra di pallavolo. L’evento è stato voluto fortemente Special Olympics Italia, grazie ai Team di Caserta e Benevento, guidati rispettivamente dalla direttrice Maria Rosaria Zaccariello e dal direttore Salvatore Taurino. La manifestazione ha visto la partecipazione del Team Special Olympics di Napoli, con direttore Pino Russo. In questo evento di sport unificato, Special Olympics ha avuto un partner d’eccezione nell’Unicef, con la collaborazione straordinaria del Presidente del Comitato della Provincia di Caserta, Emilia Narciso. L’intero evento è stato curato e organizzato dalla dottoressa Teresa Bonacci, referente area scuola per Special Olympics. «La domanda da porsi è questa: che cosa può fare un disabile per la collettività in cui vive?» si chiede la stessa Emilia Narcisio. «È una domanda rivoluzionaria, un cambio drastico di cultura e immagine. Questo è la domanda che ci è stata rivolta dai giovani atleti abili e non abili presenti domenica al Palazzetto. La risposta era in ogni esibizione, in ogni sorriso. La risposta è un invito a riflettere sulle nostre città poco amiche delle persone che hanno più bisogno di attenzioni. La risposta è un invito a vivere e a insegnare con l'esempio che l'inclusione non è solo una bella parola ma un modo di vivere. Se vogliamo un mondo migliore, un mondo più equo, più giusto il nostro primo dovere è guardare con cuore e occhi diversi chi ci è accanto». «Prendo spunto dalle parole di papa Francesco – le fa eco Teresa Bonacci - quando ha affermato che una società è veramente accogliente nei confronti della vita se riconosce che essa è preziosa nell’anzianità, nella disabilità, nella malattia grave e persino quando si sta spegnendo. Vorrei rivolgere un enorme ringraziamento a tutte le associazioni e volontari che hanno contribuito a rendere la giornata conclusiva del Volley Week infinitamente speciale. Un ringraziamento altrettanto speciale va alle scuole di danza che si sono esibite, dando un’espressione artistica dell'inclusione». Notevole la partecipazione di alunni, docenti e genitori degli istituti comprensivi ‘Cimarosa’ IV Circolo, ‘Parente’ I Circolo, ‘Rocco-Cinquegrana’ di Sant' Arpino, ‘Pestalozzi di Sant'Antimo, ‘De Mare’ di San Cipriano di Aversa, I Circolo e ‘Ilaria Alpi’ di Montesarchio. Meravigliosa ed emozionante la partecipazione dei ragazzi di Gabry Dance appartenenti al Comitato Italiano Paralimpico e degli Arcieri Normanni. Importante è stato l'appoggio dell'amministrazione comunale di Aversa: l'accoglienza del sindaco Enrico De Cristofaro e la disponibilità del consigliere Francesco Di Virgilio. Insieme hanno avuto uno scambio culturale con l'amministrazione comunale di Montesarchio, attraverso l'assessore dello sport Alfonsina Dello Iacovo. Volley Week è riuscita ad emozionare e a dare risposte anche in ambito politico, con la partecipazione del Sen. Lucio Romano e la presenza dell'Europarlamentare On. Nicola Caputo. Toccante l'augurio e la benedizione a tutti i presenti del Vescovo di Aversa S.E. Mons. Angelo Spinillo e dell'Arcivescovo Metropolita di Benevento S.E. Mons. Felice Acrocca. Infine, un ringraziamento particolare va a tutte le società di pallavolo aversane che hanno partecipato all’evento.