Paipais e Giannalavigna: "De Magistris fa solo passerelle"

"Solo propaganda sulla pelle dei cittadini, conferenze e viaggi sui migranti, e sull'abusivismo?"

paipais e giannalavigna de magistris fa solo passerelle

Condono edilizio, Apostolos Paipais e Lorenzo Giannalavigna: «Dal Comune solo propaganda sulla pelle dei cittadini»

Napoli.  

 

«Sulla delicata questione legata al condono edilizio stiamo assistendo in queste ultime ore a una vera e propria opera di propaganda politica da parte dell’amministrazione comunale che, come al solito, è incapace di interloquire con i territori e sfrutta i grandi temi per questioni di mero tornaconto elettorale.

In queste ore si terrà una assemblea pubblica a cui parteciperanno dirigenti del Comune e lo stesso sindaco de Magistris. Territori che pagano un prezzo altissimo sul fronte dell’abusivismo, come Chiaiano, Pianura e Soccavo, sono stati completamente emarginati dalla discussione mentre le istituzioni territoriali continuano ad essere sistematicamente ignorate dal sindaco de Magistris che preferisce vivere nel suo mondo dorato ignorando i grandi problemi che attanagliano il resto della città».

Sono le dichiarazioni di Apostolos Paipais e Lorenzo Giannalavigna, presidenti di VIII e IX Municipalità in merito all’assemblea pubblica organizzata da esponenti di Dema e a cui prenderanno parte, oltre al sindaco de Magistris, l’assessore all’Urbanistica Carmine Piscopo, l’assessore ai Giovani e al Patrimonio Alessandra Clemente, i consiglieri comunali Laura Bismuto e Claudio Cecere e il dirigente del servizio Condono Giuseppe Nurcato. I presidenti delle Municipalità 8 e 9 puntano il dito contro le scelte dell’amministrazione comunale che continua a non tener conto degli enormi problemi legati all’abusivismo in alcuni quartieri e a voler ignorare i problemi reali dei quartieri interessati dal fenomeno.

«Rispetto al tema del condono emergono tutte le contraddizioni di questa amministrazione comunale – spiegano ancora Paipais e Giannalavigna – dal momento che la stessa amministrazione non è esente da colpe per quanto riguarda il fenomeno. Ci sono enormi ritardi nell’evasione delle circa 30.000 pratiche che sono ancora accumulate negli scaffali di palazzo San Giacomo, inoltre il sindaco non ha mai fatto alcuna pressione su Regione e Governo per avere norme specifiche e per affrontare il problema.

L’attenzione che il sindaco de Magistris – concludono i presidenti dei parlamentini di Scampia e di Pianura-Soccavo – sta dimostrando sul delicato tema dei migranti, con tanto di conferenze stampa e viaggi istituzionali all’estero, non è mai stata mostrata sul tema dell’abusivismo edilizio e del condono; problemi reali che attanagliano la nostra città e che meritano ben altra attenzione rispetto alla solita passerella politica fatta sulla pelle dei cittadini».