Pastori rubati: valgono 2 milioni. Proprietari cercasi

L'operazione

pastori rubati valgono 2 milioni proprietari cercasi

È il più importante ritrovamento di pastori mai avvenuto. Li hanno trovati avvolti nella carta di giornale. Quei pastori, pezzi d’arte, ammassati come refurtiva qualunque. Eppure si trattava di pastori pregiatissimi, creazioni d'arte antica, datata tre secoli. Altri pastori, più fortunati, erano invece nelle mani di appassionati. E così grazie all'intervento e indagini delle forze dell'ordine è stato ritrovato un tesoretto di arte e cultura di 250 pastori del presepe del '700 napoletano.

Il valore stimato è da due milioni di euro. Tutto recuperato dai Carabinieri Comando Tutela Patrimonio Culturale nell'indagine Start Up della Procura di Isernia su furti d'arte sacra.

 In tutto sono 49 pastori riconosciuti tra quelli spariti in 3 furti del '99 e 2000, per tutti gli altri sono ancora sconosciuti i legittimi proprietari per i quali ora i Carabinieri lanciano un appello. I pezzi recuperati saranno esposti dal Museo Permanente del presepe napoletano nella Chiesa di S. Spirito a Napoli la meraviglia è stata tanta a ritrovarli .

Gli inquirenti sono arrivati ad una rete criminale diffusa su tutto il territorio nazionale. A settembre ne erano state svelate un centinaio, con anche una Pala d'altare fiamminga rubata in Belgio, e non è escluso, dice il Procuratore, «che si apra una terza parte dell'indagine.

Siep