Treni e Stazioni, si rafforza la sicurezza: arresti e denunce

Ancora un week end di controlli da parte della Polizia Ferroviaria diretta dal Questore Spina

treni e stazioni si rafforza la sicurezza arresti e denunce

Il bilancio complessivo dell'attività della Polizia Ferroviaria per la Campania...

Napoli.  

 

Sono proseguiti anche in questo week end i controlli di sicurezza del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania,  sotto la direzione attenta del Questore Michele Maria Spina che ha intensificato  le  misure di osservazione e vigilanza nelle principali stazioni  ed a bordo dei convogli.  

Partiamo con ordine. Un arresto per evasione: durante un servizio di scorta ad un Intercity partito da Napoli Centrale e diretto a Roma, i poliziotti della Polfer hanno proceduto al controllo di un pregiudicato, classe 1969. Tramite il palmare in dotazione alla polizia ferroviaria, hanno inserito il nominativo nella banca dati Sdi, ed hanno  verificato in tempo reale che l'uomo oltre ad annoverare numerosi precedenti di polizia, era  sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari a Scafati e quindi non poteva trovarsi a bordo del treno. Arrestato per evasione, è stato tradotto in carcere a Napoli Poggioreale a diposizione dell’autorità giudiziaria.

Il secondo arresto, riguarda un uomo che ha minacciato con le forbici gli operatori Rfi.  Durante i controlli di sicurezza attuati nella stazione di Napoli Centrale mediante  il dispositivo di restringimento degli accessi in corrispondenza dei varchi presidiati dalle pattuglie della Polfer  è stato arrestato in flagranza un quarantenne ghanese responsabile di aggressione ai danni di personale ferroviario. In particolare gli agenti della Polfer hanno notato due dipendenti di Rfi che indicavano una persona di colore poco distante che, in precedenza per guadagnare l’accesso al treno aveva prima cercato con forza di oltrepassare il blocco e successivamente estratto un paio di forbici dalla tasca puntandole contro di loro e minacciandoli.

Gli operatori Polfer lo hanno avvicinato invitandolo a togliere le mani dalle tasche ed a mostrare il contenuto, ma l’uomo ha proseguito nel suo atteggiamento violento ed aggressivo, spintonando violentemente con colpi alle  braccia ed al torace, i poliziotti che sono riusciti con molta fatica a bloccarlo, rinvenendo  nella tasca  dei jeans indossati dall’uomo le forbici che aveva utilizzato per minacciare i ferrovieri che gli sono state immediatamente sottratte e sequestrate.

L’aggressore, è stato arrestato per  resistenza e minaccia a incaricato di pubblico servizio e resistenza e lesioni personali dolose aggravate a pubblico ufficiale. Gli agenti a causa dei colpi ricevuti, sono stati costretti a ricorrere alle cure mediche presso il locale  ospedale“Loreto Mare” e  giudicati guaribili in sette giorni.  Sottoposto a giudizio con rito direttissimo il ghanese è stato condannato a mesi 9 e giorni 20 di reclusione.

Sempre nel corso dei controlli di sicurezza nella stazione di Napoli Centrale sono stati denunciati due senegalesi, trovati in possesso  di materiale contraffatto. Ingente il quantitativo di capi d’abbigliamento, calzature e accessori riportanti marchi contraffatti di famose case produttrici e di dvd  e cd  ‎ sottoposti a  sequestro.

Complessivamente sono stati conseguiti i seguenti risultati: 2 persone arrestate, 2.770  persone identificate, 985 bagagli a seguito di viaggiatori controllatii, 64 treni scortati,13 persone denunciate all’autorità giudiziaria, 50 sanzioni amministrative,19 sequestri, 7 fotosegnalamenti, 2 minori rintracciati e riaffidati agli aventi potestà.