Lite tra extracomunitari a Napoli: un morto

Un diverbio tra due venditori ambulanti ad un semaforo è finito in tragedia

lite tra extracomunitari a napoli un morto

Si tratta di clandestini, la persona rimasta uccisa era conosciuta in zona con il soprannome "Zico"

Napoli.  

E' finita tragicamente a Napoli una violenta lite tra extracomunitari. E' successo a Mergellina, all'altezza di un semaforo all'angolo di via Caracciolo, coinvolti due venditori ambulanti di fazzoletti, un marocchino di 29 anni e un nordafricano di 51 anni

La Polizia, allertata da passanti e automobilisti è intervenuta sul posto dopo pochi minuti. Ma ormai per la vittima non c'era più nulla dafare.

I due, stando alle prime indagini, avrebbero avuto un diverbio, a quanto pare in preda ai fumi dell'alcol e sarebbero venuti alle mani. Uno è rimasto senza vita sul marciapiede dopo essere stato ripetutamente accoltellato all'addome. L'arma è stata poi trovata a terra, soprca di sangue. Non si esclude che abbia battuto la testa al suolo durante la colluttazione.

Qualche minuto prima erano stati visti entrambi discutere animatamente accando ad un fuoco acceso. Si tratta di clandestini, senza fissa dimora, la persona rimasta uccisa è conosciuta in zona con il soprannome "Zico".

L'altro straniero, trasportato dai sanitari del 118 al “Cto”, in evidente stato di choc e ferito dai pugni della vittima, è stato raggiunto da decreto di fermo.

La rabbia dei residenti: "Situazione divenuta incontrollabile, non è il primo epiesodio del genere, sul lungomare e forse non sarà neanche l'ultimo."