Napoli: spaccio durante il lockdown nel rione Traiano: 10 indagati

Ordinanza di custodia cautelare eseguita all'alba da parte dei carabinieri

L'attività di indaginee

Napoli.  

I carabinieri della compagnia di Bagnoli nelle prime ore odierne hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip presso il tribunale di Napoli, su richiesta della direzione distrettuale antimafia di Napoli, nei confronti di 10 indagati (6 in carcere e 4 agli arresti domiciliari), gravemente indiziati, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

L’attività investigativa

L'indagine coordinata dalla direzione distrettuale antimafia partenopea e condotta dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Napoli Bagnoli, ha documentato l’esistenza nel Rione Traiano (quartiere Soccavo) di un’associazione dedita allo spaccio di stupefacenti di vario genere (cocaina, marijuana e hashish) attiva anche durante il periodo di lockdown imposto dalla pandemia da Covid -19.

Il provvedimento eseguito

Si tratta di una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte alle indagini e, quindi, presunte innocenti fino a sentenza definitiva.