Nas nei canili del napoletano, sequestrati 72 cani con coda e orecchie tagliate

Scattano anche pesanti sanzioni nei confronti dei titolari degli allevamenti

Napoli.  

Nas in azione nei canili del napoletano. Sottoposti a sequestro penale 16 cani di varie razze rinvenuti in stato di abbandono in un canile della provincia di Napoli, tra l'altro interessato da gravi carenze igienico-strutturali. Al titolare, deferito all'Autorità Giudiziaria e multato per 8mila euro, è stata anche contestata l'omessa procedura di attivazione dell'allevamento nonché la mancata registrazione degli animali mediante microchip.

In un fondo privato invece sigilli a un canile con 49 cani: la struttura era priva di autorizzazione e realizzata con materiali inidonei per la natura degli animali. I due proprietari del terreno e il gestore del canile sono stati denunciati.

Infine in un canile privato gestito da un'associazione sempre nel Napoletano sequestrati 7 cani che avevano subito il taglio di orecchie e coda in assenza di specifiche indicazioni terapeutiche. Deferito in stato di libertà il direttore sanitario della struttura al quale sono state altresì contestate irregolarità circa la profilassi vaccinale e impartite prescrizioni per irregolarità gestionali.