Le Sardine a Scampia il 14 e 15 marzo

I 4 fondatori nazionali lanciano l’incontro nel quartiere simbolo della “demonizzazione mediatica”

le sardine a scampia il 14 e 15 marzo
Napoli.  

Le Sardine lanciano un appuntamento nazionale a Scampia, quello che a tutti gli effetti dovrebbe essere un congresso, per utilizzare i termini dei vecchi partiti novecenteschi. 

L’idea nasce dai 4 fondatori del movimento nazionale e, dicono in  maniera casuale, le date coincidono con gli stati generali del M5S che si terranno a Torino.

Dunque il 14 e il 15 marzo le Sardine invaderanno Scampia, il quartiere che ancora oggi è al centro di un attenzione mediatica che lo ha trasformato, nell’immaginario collettivo, in un set cinematografico per gangster film, ed è proprio per questo che sardine si riuniranno lì, “per cambiare la narrazione di questo luogo”.

“Scampia è uno dei quartieri più giovani - dice il frontman delle sardine Mattia Santori - uno dei tanti luoghi che hanno vissuto una demonizzazione mediatica che non riflette appieno la realtà”.

Ma Napoli per le Sardine significa anche altro, soprattuto ora con Sandro Ruotolo che si è presentato come candidato delle Sardine e che era sul palco di Bologna domenica scorsa.

In più ci saranno le regionali, in una Campania che potrebbe diventare, anche in base al risultato delle suppletive del 23 febbraio, un laboratorio per un nuovo campo politico nel quale potrebbero confluire le sardine con tutte le associazioni e quella società civile che è lontana dal vecchio mondo borghese intellettuale partenopeo che invece vede nella candidatura di Ruotolo una “scelta infausta”.

Comunque sia le sardine saranno a Scampia a marzo, certo le elezioni in Emilia-Romagna di domenica peseranno e non poco sul futuro di questo movimento autonomo e spontaneo e quindi bisognerà vedere se l’onda anche mediatica e i trend social, sarà ancora alta oppure se Salvini con la sua Bestia, con i citofoni e con i suoi pinguini  li avrà travolti. 

Intanto le Sardine partenopee lanciano un altro flash mob per domani 25 gennaio a Piazza del Gesù alle 19. 

Dalla pagina Facebook arriva la comunicazione nella quel si che “le sardine di Napoli si uniscono alla richiesta di Verità per Giulio Regeni e partecipano all'evento in sua memoria lanciato da Amnesty International. Alle 19.41 del 25 gennaio migliaia di luci in tutta Italia saranno pronte ad accendersi per ricordare il momento esatto dell'ultimo sms inviato da Giulio Regeni prima di essere sequestrato in Egitto, sottoposto nei giorni successivi a feroci torture e assassinato. Quella del 25 gennaio non sarà una semplice manifestazione, ma un abbraccio fortissimo di sostegno di tutta Italia alla famiglia di Giulio. Vi aspettiamo alle ore 19 e vi chiediamo di portare una candela con voi. Cogliamo l'occasione per invitare i partecipanti all'evento per la Pace delle “Sardine napoletane” di Piazza San Domenico Maggiore (previsto per le ore 18) di raggiungerci al termine del flashmob in Piazza del Gesù”