Bonaccini: Dal Mes in Campania tanti fondi per la sanità

Al congresso ALI: Se il virus fosse arrivato con la stessa intensità il Sud forse avrebbe retto

Napoli.  

Al congresso della Lega delle Autonomie Locali Italiane, il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ospite d’onore della prima giornata di questa iniziativa, ha innanzitutto affermato di essere convinto che il Paese ha retto alla crisi Coronavirus, sottolineando però quanto sia fondamentale trovare fondi per il comparto sanitario di ogni regione. “Se in meridione ci fosse stata la stessa intensità del virus come c’è stata nel nord, compresa la mia, forse quel sistema sanitario avrebbe fatto fatica più di quello che non ha fatto”. 

A governo il prosidente Bonaccini chiede “di fare bene e veloce sul tema della ripartenza, con un piano di investimenti gigantesco. Fossi al governo prendere i fondi del MES. Pensate quando fondi arriverebbero di quei 36 milioni di euro alla Campania., più dell’Emilia-Romagna. Il Mes è un’occasione fondamentale per i vari sistemi sanitari regionali, soprattuto per quelle realtà che si ritengono più penalizzate di altre. C’è bisogno di ridefinire i livelli essenziali di prestazione e i fabbisogni standard, in maniera che tutte le Regioni abbiano contezza di quanto devono riceve ogni anno. Potremo fare cose importanti e dobbiamo dimostrarlo ma senza risorse fai fatica anche a dimostrare di essere capace”.