Real Anacapri, che impresa!

Gli isolani hanno battuto l'Arzanese nonostante l'inferiorità numerica

real anacapri che impresa
Anacapri.  

Vittoria epica, così come da definizione di mister Staiano, per il Real Anacapri che nella settima giornata del campionato di Prima categoria supera l’Arzanese per 3 a 2 al termine di una gara in salita e continua la sua corsa nelle posizioni nobili di una classifica dove, almeno per 24 ore, guarderà tutti dall’alto. Al Damecuta Stadium la partita non era iniziata nel migliore dei modi per gli uomini di casa, subito sotto di una rete che gli ospiti siglavano grazie ad su penalty realizzato da Esposito.

Non finivano qua i guai per l’Anacapri che pochi minuti dopo si ritrovava in dieci uomini per l’espulsione per doppia ammonizione di capitan Parlato. La reazione degli isolani arrivava nonostante fossero in 10 e portava al pareggio di Maresca con un precisa punizione dal limite. Prima dello scadere del primo tempo l’Arzanese trovava di nuovo il vantaggio.
Nella ripresa iniziava un’altra partita. Pur in inferiorità numerica, il Real Anacapri metteva in campo una determinazione maggiore e trovava il pareggio con un rigore realizzato da Buondonno. Due minuti ancora e gli uomini di Staiano ribaltavano la situazione dopo una combinazione tra Buondonno e Iovino che portava il numero 10 a mettere in rete il pallone del 3 a 2. Esultanza dolce amara per il marcatore del gol che proprio per l’esultanza eccessiva veniva allontanato dal campo dall’arbitro.
Nonostante la doppia inferiorità numerica la squadra di mister Staiano stringeva i denti e riusciva a portare a casa i tre punti.

“Sembrava una partita stregata ma dopo il gol e la prima espulsione c’è stata una grande reazione – ha commentato mister Staiano al termine del match – Dopo aver pareggiato e subito il nuovo svantaggio nell’unica azione pericolosa costruita dall’Arzanese prima dell’intervallo, siamo rientrati in campo con maggiore determinazione. Abbiano lottato, trovato il pareggio e poi il vantaggio.

Siamo rimasti in nove uomini e abbiamo giocato gli ultimi dieci minuti ed i sei di recupero lottando con il cuore. E’ stata una vittoria epica per come si era messa la gara, la vittoria di una squadra vera che ha messo l’anima in campo e ci ha creduto fino in fondo. Portiamo a casa un risultato che per come è venuto vale tantissimo”.