Racconta...Meleil commento di Silver Mele

Il Napoli si accende in Europa e cala il tris al Salisburgo

Tra una settimana il tecnico azzurro dovrà rinunciare a Koulibaly e Maksimovic squalificati

il napoli si accende in europa e cala il tris al salisburgo

Ancelotti ha ribaltato il piano che in maniera troppo ottimistica il Salisburgo aveva pensato per la prima al San Paolo. Il Napoli ha lasciato l'incedere presuntuoso agli avversari e li ha sovrastati dal punto di vista del ritmo, della qualità e della precisione. Prestazione corale di grande intensità, con diversi uomini in copertina. Che spettacolo vedere all'opera la linea Callejon, Allan, Fabian e Zielinski. Lo spagnolo ex Real è destinato alla longevità in maglia azzurra, almeno lo speriamo. Fabian è delizioso nelle movenze, granitico nel contrastare in un mix che può renderlo giocatore di valore assoluto. Milik i gol li sa fare e Meret magnifico ad evitare. Da annoverare in cronaca le solite, diverse occasioni da rete non concretizzate (nella disastrosa prova di reparto è riuscito a Ramalho di togliere dalla porta la girata di Callejon, a chiusura di un'azione spettacolare) e un finale di gara sofferente. Con qualche errore di troppo in uscita dinanzi al forcing della disperazione austriaca. Stop disciplinari in vista per Koulibaly e Maksimovic, con opportunità obbligate per Chiriches e Luperto tra sette giorni a Salisburgo. La squadra ha realizzato l'auspicio di Ancelotti, che potesse trasformare in un pieno di fiducia il gran secondo tempo disputato con la Juventus. Il rosso a Meret e il palo di Lorenzo Insigne dal dischetto sono immagini sbiadite grazie al giovedì europeo.