Una preghiera per il piccolo morto in mare a due anni

Il ricordo del prefetto Salvatore Malfi a Austin il bimbo nigeriano sepolto nel cimitero cittadino

una preghiera per il piccolo morto in mare a due anni

Un momento di preghiera per il piccolo Austin. Il prefetto di Salerno Salvatore Malfi, questa mattina al cimitero per la messa in ricordo dei defunti, ha voluto rivolgere un pensiero anche al bambino di due anni sepolto in città, morto in mare e arrivato durante uno sbarco di migranti nel maggio scorso.

La salma era a bordo della nave Siem Pilot, con altri 990 profughi. Accompagnato dal vice sindaco Eva Avossa Malfi si è recato sulla lapide del bambino, il piccolo nigeriano Austin Ogbonmwan, tumulato presso il Campo Fiordaliso, poco distante dal monumento che ricorda i Caduti di guerra.

“Vogliamo far sentire la vicinanza di tutta la comunità – ha detto Malfi -. Rivolgo un pensiero anche a Rosario Caliulo, dirigente dei servizi sociali del comune di Salerno, scomparso recentemente, che si è occupato del caso.

Con straordinaria competenza faceva tutto. In quella drammatica occasione mi accompagnò sulla nave e aiutò a vestire quel bambino. Diede un tratto di umanità e competenza, rappresentando come deve essere un'amministrazione comunale.

La città deve essere vicina alla gente e Caliulo era uno straordinario rappresentante. Ovviamente quel bimbo è segno di una tragedia, ma voglio anche ricordare tutte le persone che Salerno in questi anni ha consentito di salvare”, ha concluso Malfi.  

Sara Botte