Emergenza freddo: il piano di accoglienza per i senzatetto

Stamattina la prima riunione operativa in comune tra ente, Asl, protezione civile e associazioni

emergenza freddo il piano di accoglienza per i senzatetto

Con i primi freddi torna attuale l'emergenza per i senza tetto che vivono nelle strade cittadine. Questa mattina al Comune di Salerno si è tenuta una prima riunione operativa. A presiederla il sindaco Enzo Napoli e dall’assessore alle politiche sociali Nino Savastano. Vi hanno preso parte anche la consigliera comunale Paola De Roberto, i rappresentanti di Asl, Protezione Civile, Ruggi d’Aragona, Lions, Croce Bianca, oltre a diverse associazioni di volontariato del territorio.

“Oggi iniziamo la prima riunione operativa, abbiamo invitato, oltre alle associazioni, anche l’Area Fragilità dell’Asl per conoscere il loro progetto e lavorare in sinergia – ha precisato Nino Savastano -. Lo scorso anno abbiamo utilizzato soprattutto la chiesa dei Cappuccini in Piazza San Francesco.

Credo che la riprenderemo per questo intervento. Verificheremo, inoltre, se ci sono ulteriori strutture che si metteranno a disposizione per queste persone. Mai più tragedie. E’ un lavoro difficile per gli operatori del volontariato, vogliamo augurarci che quest'anno funzioni ancora meglio dello scorso anno”.

Anche la consigliera De Roberto ha ricordato il successo delle attività messe in piedi negli anni passati precisando: “Già lo scorso anno abbiamo svolto un’attività di coordinamento permettendo alle varie associazioni di volontariato di lavorare in rete. Questa è l’opportunità che si sta provando a sfruttare: lavorare insieme alle associazioni di volontariato per garantire sempre di più la qualità del risultato.

Naturalmente il comune metterà risorse per garantire sempre più posti letto. E’ molto probabile – ha annunciato – che quest’anno si aprirà anche la struttura di via Dei Carrari per permettere di ospitare quante più persone possibili. Nel 2016 – ricorda la De Roberto - siamo stati una best-practices riconosciuta in Italia ospitando 84 senzatetto e per fortuna tutte le abbiamo potute assistere nel vitto, alloggio e nelle cure. Importante quest'anno la sinergia con l'Asl che ci aiuterà ancora di più”.  

S.B.