Pescaturismo: ripartono i tour in barca nel golfo di Salerno

Coldiretti: "Lanciare e valorizzare l’economia del mare sostenendo le imprese di pesca"

pescaturismo ripartono i tour in barca nel golfo di salerno
Salerno.  

Ripartono al largo delle coste salernitane i tour in barca a cura della Cooperativa di pescatori Acquamarina, Coldiretti e Campagna Amica.  Al mattino o nel pomeriggio, a bordo di pescherecci, si potrà imparare l’arte della pesca, assaporare i prodotti del mare ed esplorare le coste salernitane. Riparte il pescaturismo a Salerno con qualche precauzione dovuta all’emergenza Covid: il numero di passeggeri sarà ridotto e i partecipanti potranno godersi l’esperienza mantenendo le giuste distanze di sicurezza.

La cooperativa Acquamarina accompagnerà per tutto il periodo estivo i suoi passeggeri nel Golfo di Salerno, dove non solo potranno partecipare alla pesca, ma, nei momenti di pausa, potranno immergersi nelle acque del golfo. Al ritorno, il pescato viene venduto e cucinato da Miglio Zero, la struttura di vendita diretta di pescato locale e street food in banchina firmata Coldiretti, Campagna Amica e Cooperativa di pescatori Acquamarina. Il ristorante-pescheria si trova al porto commerciale Masuccio Salernitano e propone pranzi e cene a base di ricette tipiche salernitane. Le battute di pesca turismo si tengono su prenotazione ogni giorno alle 9 o alle 13.30, con agri-aperitivo a bordo.

“Il turismo legato alla pesca e alla scoperta del mare è una forma di vacanza particolarmente richiesta e apprezzata – spiega il presidente di Coldiretti Salerno Vito Busillo – siamo orgogliosi di aver contribuito a lanciare e valorizzare l’economia del mare sostenendo le imprese di pesca nel percorso di diversificazione finalizzato a creare nuove forme di reddito, integrative all'attività di pesca”.

“Il Pescaturismo è un’attività che sta conoscendo un significativo sviluppo nel corso degli ultimi anni – ribadisce il direttore di Coldiretti Salerno, Enzo Tropiano – un’opportunità interessante sia dal punto di vista economico che culturale per la diffusione del patrimonio di conoscenze legato al settore ittico. Sul settore si è abbattuta la scure del Covid-19 che ha comportato un notevole calo delle vendite con tutto quello che ne consegue. È per questo che il turismo ittico è oggi un’opportunità strategica in una provincia come la nostra, ricca di coste e centri tipicamente marinari”.

“Abbiamo già ricevuto tante richieste – conferma il presidente della Cooperativa Acquamarina Salvatore Fiorillo – anche quest’anno i turisti potranno scegliere l’opzione della semplice escursione lungo il litorale salernitano o quella del pescaturismo, a bordo di pescherecci che affiancheranno le barche dei nostri pescatori professionisti”.