Degrado alla Stazione Marittima, Arcan: "Fate qualcosa"

"E' un’opera d'arte di un architetto di fama mondiale e non il giardino di casa"

degrado alla stazione marittima arcan fate qualcosa
Salerno.  

Ancora polemiche a Salerno. Dopo la grandi chiazze di schiuma bianca che hanno invaso il mare e il litorale di Santa Teresa, una nuova polemica ha come oggetto la stazione marittima di Zaha Hamid, già recentemente al centro di alcuni problemi legati ala movida e all’adempimento delle misure anticovid.

La denuncia proviene dall’Arcan, il gruppo formato da architetti e designers, che hanno portato alla luce alcune problematiche relative alla manutenzione dell’importante struttura. Tramite la pagina social dell’associazione hanno dichiarato: “Abbiamo più volte segnalato lo stato di degrado in cui versa la stazione marittima. Abbiamo denunciato l’inadeguatezza del bar stile “sfratto di casa”, le cui attività sono recentemente balzate alla cronaca, la totale assenza di manutenzione ordinaria e la complessiva incapacità di gestori (ma anche dell’autorità portuale) a trattarla come quello che è, cioè un’opera d'arte di un architetto di fama mondiale e non come il giardino di casa propria in cui accatastare sedie, vasi e piante sperando di renderlo, senza risultato, più bello.”

Un “gioiello” dimenticato e abbandonato: “Oggi evitiamo di soffermarci fotograficamente sul resto ma possibile che si stia permettendo ad un albero infestante e a crescita rapida, che tra non molto inizierà a spaccare il calcestruzzo, di svilupparsi a ridosso della struttura? Senza dimenticarci dell’assurda e inutile recinzione in Jersey.” aggiunge il gruppo di architetti.

Necessario, dunque, intervenire per ridare valore e decoro all’ “Ostrica”: “Ci appelliamo al buon senso di chi di dovere: fate qualcosa. Qualora non ne fossero a conoscenza, il nostro prossimo passo sarà inviare un dettagliato reportage fotografico allo studio Hadid nella speranza di stimolare l’attenzione su scala più ampia.” conclude l’Arcan.