"Piazze in sicurezza": ecco il piano in vista di Ferragosto

Nuovo vertice in Prefettura a Salerno: previsti maggiori controlli e consegna di mascherine

piazze in sicurezza ecco il piano in vista di ferragosto
Salerno.  

Mantenere alta l'attenzione dei cittadini sulle norme e i comportamenti da dover seguire e rafforzare la presenza delle forze dell'ordine sul territorio. Parte “Piazze in sicurezza”, la campana fortemente voluta dalla Prefettura di Salerno che interesserà la maggior parte dei comuni della provincia anche e soprattutto in vista del grande afflusso di turisti previsti per il periodo di Ferragosto.

La Prefettura, la Regione Campania, l’ANCI, l’ASL di Salerno, il 118, l’ Ordine dei Medici Odontoiatri e l’ Ordine degli Infermieri, la Croce Rossa e le Forze di Polizia, all’interno del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, si sono riuniti questo pomeriggio al fine di mettere a punto i dettagli e condividere le iniziative che si terranno nelle piazze dei comuni che saranno maggiormente interessati dai grandi flussi di turisti. Il Prefetto Francesco Russo, ricordando che la sicurezza è bene pubblico, la cui tutela è da perseguire in maniera integrata con il concorso di tutti, ha voluto avviare con la Regione questa iniziativa sulle piazze per rispondere alle esigenze rappresentate dai Sindaci, che hanno richiesto maggiore presenza delle Forze di Polizia a tutela dei propri territori contro ogni forma di criminalità e per garantire il rispetto delle misure “anti-Covid”.

L’iniziativa, che si svolgerà nelle principali piazze dei territori costieri in alcuni giorni della settimana del Ferragosto e vedrà impegnati personale medico e infermieristico dell’ASL di Salerno e del 118, volontari della protezione civile e della Croce Rossa, che scenderanno in piazza allestendo un “gazebo”. A chi ne sarà sprovvisto, sarà anche consegnata gratuitamente una mascherina fornita dalla Regione Campania, fino ad esaurimento scorte. Verranno, inoltre, ricordate le principali e fondamentali norme anticovid.

I comuni interessati dall’evento saranno 13: Salerno, Sapri, Agropoli, Capaccio Paestum, Casal Velino, Ascea, Camerota, Castellabate, Pollica frazione “Acciaroli”, Centola frazione “Palinuro”, San Giovanni a Piro frazione “Scario”, presenti anche due comuni della costiera amalfitana, Amalfi e Minori.

Un'iniziativa che prevederà anche una massiccia presenza di forze dell'ordine, impiegate sul territorio al fine di garantire tranquillità ai cittadini e contrastare qualsiasi tipo di illecito, soprattutto nelle aree maggiormente interessate dalla Movida. Grande attenzione anche alle principali arterie stradali che saranno controllate al fine di garantire il rispetto dei limiti di velocità e l divieto di guida in stato di ebbrezza anche in vista del grande afflusso di turisti previsto per i prossimi giorni

La dirigente dell’Ufficio Staff Protezione Civile, Emergenza e post-emergenza della Regione Campania Claudia Campobasso ha sottolineato che l’iniziativa, estesa anche ad altri comuni della Regione Campania, vedrà impegnato ancora una volta il mondo del volontariato che in ogni circostanza, emergenziale e non, offre la propria disponibilità a servizio delle comunità.

Soddisfatto dell'iniziativa anche il delegato di ANCI Campania e sindaco del comune di Pollica, Stefano Pisani, presente alla riunione. Pisani ha gestito la complessa situazione emergenziale durante il lockdown e nelle delicate fasi di ripresa e riapertura delle attività, ha evidenziato l’importanza di iniziative di questo tipo per rafforzare la consapevolezza nei cittadini circa l’adozione di comportamenti responsabili e la necessità della collaborazione di tutti per il perseguimento della “causa comune”: la tutela della salute individuale e collettiva.

Il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli ha espresso compiacimento per l’iniziativa, che punta a valorizzare il senso civico della cittadinanza. “Oltre, quindi, al momento di controllo indispensabile, è opportuno che si valorizzi il momento dell’informazione e della consapevolezza per far accrescere la coscienza civica al rispetto delle regole. Le date prescelte sono quelle di prevedibile affollamento e confermano che il sistema sperimentato di collaborazione tra ASL, Forze dell’ordine, Protezione Civile, Croce Rossa e gli altri attori è la strada scelta per il contenimento dell’epidemia”.

A conclusione dell’incontro, il Prefetto ha sottolineato che la coesione istituzionale si è rivelata, ancora una volta, la strategia vincente per affrontare la situazione emergenziale, unica strada percorribile per le sfide future. “Solo insieme potremo farcela….le Istituzioni devono costituire fattivo e positivo esempio per la comunità…la comunità deve rispettare le regole emergenziali e riporre fiducia nelle Istituzioni per superare questo momento di difficoltà”. Infine, nella consapevolezza che “la libertà deve essere coniugata con la sicurezza”, ha voluto ringraziare le Forze di Polizia, i Sindaci e, per essi, i Comandi di Polizia Municipale per il grande impegno profuso in questi mesi nel contribuire a garantire la sicurezza di tutti.