Salerno: "Concorso per infermieri va sospeso, anzi annullato!"

La denuncia del segretario Cisl Fp Antonacchio:"Questo concorso così come bandito non s'a da fare"

salerno concorso per infermieri va sospeso anzi annullato
Salerno.  

"E’ ora di ripristinare legalità e rispetto delle leggi - dichiara Pietro Antonacchio Segretario della CISL FP di Salerno - poiché corre l’obbligo segnalare senza più ulteriori indugi che il bando di concorso pubblico per n° 160 CPS Infermieri pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 31 gennaio 2020 e per il quale sono previste le prove preselettive nelle giornate dal 2 al 5 novembre è illegittimo nella forma, per tutti i rilievi già inoltrati a vari livelli delle istituzioni a garanzia dei diritti dei candidati, ma
è oltretutto da annullare poiché non prevede tra le riserve quelle delle quote d’obbligo relative alle categorie fragili e protette dalla legge 68 del 1999. "

In una nota indirizzata al Prefetto di Napoli e al Sindaco della città partenopea nonché al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio e rispettivamente ai
Ministri della Salute e della Pubblica Amministrazione il rappresentante del sindacato ha sollecitato un intervento al fine di fare luce su due aspetti in particolare:

"Il rischio che corrono circa 10mila candidati di espletare una prova concorsuale in piena ingravescenza dell’epidemia in atto, in uno ad una serie di errori amministrativi determinati a causa di non ottemperanza al bando emanato e alle procedure messe in campo. Purtroppo sembrerebbe che la legittimità e il rispetto dei principi che dovrebbero governare la pubblica amministrazione siano diventati del tutto estranei alla Direzione Strategica dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Salerno." Il duro attacco del segretario Antonacchio.

"Purtroppo avendo oramai capito che il dialogo e il confronto su tematiche prioritarie e ritenute fondanti per mantenere corrette relazioni sindacali non rientra nella consuetudine comportamentale della direzione strategica dell’azienda sanitaria, abbiamo inoltrato per chiedere un autorevole intervento sulla questione una nota al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e a quello della Pubblica Amministrazione, al Prefetto di Salerno e all’Ispettorato del lavoro affinché intervengano in maniera risoluta a sospendere cautelativamente la preselezione indetta per le giornate dal 2 al 5 novembre prossimi e verificare se non sussistano estremi di annullamento del concorso, non avendo rispettati gli obblighi di riserva dei posti per le categorie protette di cui alla legge 68/99. A mio parere - conclude Antonacchio - questo concorso così come bandito non s'ha da fare e se si farà sancirà la definitiva scomparsa del buon senso e della legittimità burocratico-amministrativa nell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Salerno, già messa in notevole discussione negli ultimi anni da grave inefficienza ed inefficacia"