Rifiuti speciali nel porto: sequestrate 60 tonnellate

Tutto era stipato in sette diversi containers

rifiuti speciali nel porto sequestrate 60 tonnellate
Salerno.  

Rifiuti speciali pronti a salpare da Salerno e a varcare illegalmente i confini nazionali. In seguito a una serie di perquisizioni, delegate dalla Procura di Salerno, la Guardia di Finanza ha sequestrato, all'interno dell'area doganale del porto cittadino, circa 60 tonnellate di rifiuti speciali di varia natura, pneumatici, motori, accessori di vetture, autocarri, compressori di frogorifero ancora carichi di gas, nonché numerosi pannelli fotovoltaici, e oltre mille accumulatori elettrici per ripetitori tutti rubati dalle maggiori compagnie telefoniche, operanti sul territorio per un del valore superiore al milione di euro.

Il tutto era stipato in sette diversi containers.

Il materiale era diretto per l'esportazione in Burkina Faso, nell'Africa Occidentale. Sette le persone indagate dalla magistratura per i reati di traffico illecito di rifiuti e ricettazione, alcune di nazionalità africana. Continua l'attività di controllo disposto dalla procura nello scalo cittadino, ormai snodo nevralgico negli scambi commerciali in entrata e uscita del paese. Diversi i sequestri messi a segno dalle forze di polizia riguardanti reperti archeologici provenienti dall'Egitto, preziosi manufatti in avorio e corallo provenienti dall'africa ma anche medicinali di contrabbando.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                       

S.B.