Accoltellati per un prestito non restituito

I tre ieri pomeriggio avevano un appuntamento per discutere della restituzione dei soldi

accoltellati per un prestito non restituito
Salerno.  

Un prestito non restituito. Questo il motivo alla base dell’aggressione sfociata in un accoltellamento, verificatosi nel pomeriggio di ieri in via Gramsci a Salerno. Ad evitare il peggio è stato l’intervento dei Falchi, che hanno arrestato. C.D.N, un 32enne salernitano, accusato di tentato omicidio e lesioni aggravate ai danni di un uomo e del figlio. Attualmente rinchiuso nel carcere di Fuorni dove è in attesa della convalida dell’arresto. 
A dover far ricorso alle cure dei medici del Ruggi sono stati F.A. 61 anni e A.D. 32 anni entrambi salernitani. I due hanno riportato ferite giudicate guaribili in 15 giorni. I tre sono legati da rapporti di conoscenza al punto che C.D.N, in un passato non molto lontano, aveva prestato una somma di denaro a padre e figlio, per aiutarli a superare le difficoltà economiche. Sembra che l’uomo volesse indietro i soldi che aveva a suo tempo consegnato ai due. Una restituzione che, a quanto pare, tardava ad arrivare per la mancanza di soldi.I tre si erano dati appuntamento proprio per discutere della situazione. Secondo una prima ricostruzione, padre e figlio avrebbero aggredito il 32enne che, nella concitazione, ha perso gli occhiali, caduti a terra. E' a questo punto che C.D.N avrebbe estratto dalla tasca il coltello e colpito padre e figlio.