Atto vandalico sul treno regionale, arrestato 47enne

Sprovvisto di titolo di viaggio, l'uomo ha infranto i vetri di due finestrini

atto vandalico sul treno regionale arrestato 47enne
Salerno.  

Armato di martelletto frangivetro aveva danneggiato due finestrini del treno regionale Eboli - Napoli. Finisce in manette G.D., 47enne salernitano, già noto alle forze dell’ordine.

Nel mese scorso, si erano verificate altre rotture sospette di vetri di treni regionali e per tale motivo, la direzione di Protezione Aziendale e la Polizia Ferroviaria, avevano predispoto mirati servizi con personale dipendente a bordo treno e nelle stazioni di quella tratta, per tutelate il materiale rotabile ed individuare i responsabili degli atti di vandalismo. Gli uomini di Protezione Aziendale a bordo de treno regionale 7890, martedì scorso, hanno notato i movimenti sospetti di un viaggiatore il quale, dopo essere stato controllato, risultando non in regola con il titolo di viaggio, era stato invitato a scendere nella stazione di Salerno. Questi, eludendo la sorveglianza del capotreno, impegnato in altre incombenze, ha proseguito la corsa fino a Napoli - Gianturco dove ha posto in atto i suoi propositi vandalici per puro sfregio. Lo stesso però è stato notato dal personale di Protezione Aziendale che, non perdendolo di vista un attimo, ha allertato la Polfer che, nel frattempo, aveva già predisposto servizi utili per intervenire tempestivamente e bloccarlo. Sceso alla stazione di Napoli il teppista è stato indicato agli agenti della Polizia Ferroviaria che lo hanno fermato traendolo in arresto per danneggiamento aggravato. L’uomo è stato giudicato per direttissima nella giornata di ieri presso il Tribunale di Napoli e condannato a mesi due e giorni venti di reclusione con sospensione condizionale della pena.