Salvato il gatto a cui avevano stretto l'addome con un ferro

L'animale è stato liberato e ora è sottoposto alle cure dei medici dell'Asl

salvato il gatto a cui avevano stretto l addome con un ferro
Salerno.  

Grazie al pronto intervento di Animalisti Italiani e Azienda sanitaria locale Salerno è salvo il gatto a cui era stato stretto  un filo di ferro intorno all’addome. Domenica scorsa, intorno, alle 19 circa, la referente della sede di Salerno di Animalisti Italiani Onlus, Monica Galiero, insieme alla volontaria Rosalia Marini, ha ritrovato, in zona Fratte, un gatto che da tempo si aggirava, su segnalazione dei cittadini, in gravi condizioni di salute a causa di un filo di ferro intorno all’addome. I volontari dell’associazione Animalisti italiani sono immediatamente intervenuti.

Il cappio è stato prontamente asportato: 25 punti di sutura hanno salvato la vita al randagio che, senza l’aiuto degli animalisti e dell’Asl, avrebbe terminato la sua esistenza tra atroci sofferenze. Al momento è in osservazione presso l’Asl, risultando tuttavia fuori pericolo.

“Da gennaio 2019 ad oggi – dichiara Monica Galiero di Animalisti Italiani Onlus - abbiamo sterilizzato oltre 150 gatti, di cui 70 grazie all’intensa collaborazione tra l’associazione e l’Asl. L’essere riusciti a salvare quel gatto in pericolo di vita ha reso concreto il senso del nostro impegno quotidiano e lo ha arricchito di ulteriore significato. Essere animalisti è per noi una missione perché chi salva una vita, davvero salva il mondo”.