Furore, sequestrato pesce avariato e sottomisura

Oltre 280kg di prodotti ittici

furore sequestrato pesce avariato e sottomisura
Furore.  

Nella mattinata di oggi, sotto il coordinamento della Capitaneria di Porto di Salerno guidata dal Capitano di Vascello Gaetano Angora, gli uomini della Guardia Costiera di Amalfi, hanno effettuato il sequestro di circa 280 Kg di prodotto ittico appartenente a specie diverse tra quali merluzzi, alici, triglie e calamari.

Tali prodotti ittici, sono stati rinvenuti sulla spiaggia del Comune di Furore, posti all’interno di contenitori di polistirolo privi di ghiaccio e contenenti acqua putrida. Il pescato oltre ad essere conservato in cattivo stato, risultava inoltre essere al di sotto della taglia minima consentita, di cui la legge ne vieta la cattura, la detenzione, il trasporto e la commercializzazione su tutta la filiera ittica.

A ciò si aggiunge la mancanza di etichettatura o qualsiasi altro documento commerciale, che ne attestasse la rintracciabilità ovvero la provenienza, tale da far presumere che potessero derivare dalla pesca di frodo e non dalla pesca professionale. L’operazione di sequestro si è resa indispensabile in quanto il prodotto nello stato in cui è stato rinvenuto poteva essere, se commercializzato  o somministrato, nocivo per la salute pubblica. Sono tutt’ora in corso le indagini per risalire ai responsabili.

 

Redazione Sa