Montecorvino, chiesti 20 anni di reclusione per bancarotta

La richiesta per i responsabili del crac di un'azienda

montecorvino chiesti 20 anni di reclusione per bancarotta
Montecorvino Rovella.  

Bancarotta, chiesti quasi 20 anni di reclusione per i responsabili del crac di un’azienda di Montecorvino Rovella, la Corvinia Lavoro dichiarata fallita nel 2007. 

«Tutti hanno distratto denaro dall’azienda, falsificando parzialmente le scritture contabili al fine di recare pregiudizio ai creditori», ha sostenuto il pubblico ministero Vittorio Santoro nel corso della sua requisitoria davanti ai giudici della seconda sezione penale presso il Tribunale di Salerno.

Difesi dall’avvocato Francesca Sarno, sono alla sbarra Vincenzo Muro, Antonio Arminio, Mario Aliberti, Antonio Fortunato, Tarquinio Manzi e Giuseppe Russomando. La sentenza è attesa per novembre.

 

Redazione Sa