Morto il giornalista Francesco Durante: cordoglio del sindaco

“Era un intellettuale raffinato, un comunicatore arguto”

morto il giornalista francesco durante cordoglio del sindaco
Salerno.  

“Esprimo il cordoglio mio personale e del Comune di Salerno per l'improvvisa scomparsa del professor Francesco Durante, giornalista e scrittore”. Commosso l'omaggio del sindaco di Salerno Vincenzo Napoli per la morte del giornalista 66enne, a Capri per un malore improvviso.
“Durante era un intellettuale raffinato, un comunicatore originale ed arguto, un brillante promotore di iniziative culturali di livello internazionale. Francesco - continua il sindaco Napoli - era un grande amico di Salerno e nella nostra comunità egli ha ideato e fatto crescere il meraviglioso Festival della Letteratura la cui edizione abbiamo celebrato poche settimane orsono con grande successo.
Ci stringiamo ai familiari, amici e collaboratori in un abbraccio solidale impegnandoci fin d'ora a preservare la sua memoria proprio attraverso il Festival Salerno Letteratura affinché possa continuare la sua benemerita missione civile e culturale”.

Francesco Durante era nato ad Anacapri, la sua carriera di scrittore inizia nel 1974 quando viene assunto come giornalista dal quotidiano “Messaggero Veneto” di Udine, prosegue nelle redazioni dei quotidiani “Il Piccolo” di Trieste e “Il Mattino” di Napoli.

Negli anni '80  è caporedattore di tre periodici femminili: “Grazia”, “D-La Repubblica delle Donne” e “Marie Claire”. Tra il 2001 e il 2012 è stato caporedattore della redazione di Napoli del quotidiano “Corriere del Mezzogiorno”.
Tra il 1988 e il 1992 ricopre anche il ruolo di direttore editoriale della Casa Editrice Leonardo di Leonardo Mondadori.
Attualmente insegnava Cultura e letteratura degli Italiani d'America all'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, e in precedenza aveva insegnato Letteratura Comparata all'Università di Salerno. E dal 2013 era direttore artistico del Festival Salerno Letteratura ed era presidente della giuria del Premio Letterario “John Fante” annesso al Festival “Il dio di mio padre” di Torricella Peligna.