Vertenza polizia municipale: ultimatum dei sindacati

La commissione straordinaria non convoca l’incontro richiesto

vertenza polizia municipale ultimatum dei sindacati
Scafati.  

Problematiche della polizia municipale di Scafati, salta il tavolo richiesto dai sindacati e scatta l’ultimatum della Csa provinciale alla commissione straordinaria che guida il Comune. “Se entro il 20 agosto non ci sarà comunicata una data per l’incontro, che attendiamo ormai da mesi, saremo costretti a denunciare la triade alla Procura di Napoli per quello che si sta rivelando un comportamento non corretto nei confronti delle organizzazioni sindacali”, ha spiegato Angelo Rispoli, segretario generale della Csa Salerno. “Ad aprile avevamo avuto garanzie sull’arrivo delle nuove divise per i poliziotti, ma da allora il nodo degli agenti non è stato più risolto nonostante le nostre sollecitazioni.

Ribadisco il concetto che, qualche tempo fa, ho già espresso: ritengo questo modo di agire un’offesa nei confronti delle maestranze che, con professionalità e nonostante i problemi atavici d’organico, continuano a garantire i servizi per tutta la comunità scafatese. Voglio ricordare a tutti che si sta continuando ad assicurare l’ordine pubblico e che uno sforzo immane è stato fatto in concomitanza con le manifestazioni religiose legate ai festeggiamenti della Santa Patrona. Tutto questo senza sapere se percepiranno mai lo straordinario per quanto fatto”.

Da qui, la decisione di porre un ultimatum al prefetto Giorgio Manari, capo della commissione straordinaria. “Abbiamo massimo rispetto nei confronti dello Stato e dei suoi rappresentanti, ma altrettanto ne vorremmo ricevere quando si tratta di essere ascoltati e definire il futuro dei lavoratori. Vorrei spiegare al prefetto Manari che il ripristino della legalità avviene anche strutturando rapporti corretti con le organizzazioni sindacali, non mostrando film già visti in passato a Scafati. Se il commissariamento del Comune deve pesare sulle spalle dei lavoratori, alle prese con problemi di organizzazione del lavoro in primis, questo non possiamo accettarlo”, ha continuato Rispoli. “Ecco perché sono pronto a denunciare quello che sta accadendo a Scafati alla Procura della Repubblica di Napoli. Entro il 20 agosto mi aspetto una convocazione in Municipio, altrimenti tuteleremo i dipendenti comunali consegnando un dossier alla magistratura”.

S.B.