Montecorvino Rovella: una piazza al maresciallo D'Arminio

All'artista Enrico Corrado sarà, invece, intitolata una strada

montecorvino rovella una piazza al maresciallo d arminio
Montecorvino Rovella.  

Con delibera 149 e 150 la giunta ha approvato l'intitolazione di una strada in memoria del pittore e scultore Enrico Corrado e di una piazza in memoria del maresciallo maggiore dell'arma dei Carabineri Gerardo D'Arminio.
Un omaggio a due montecorvinesi distintisi per abnegazione ed impegno nei loro rispettivi ambiti.

Ad Enrico Corrado, artista ed autore numerose opere (una su tutte: l'affresco posto nell'abside dell'altare della chiesa Santa Maria delle Pace), sarà intitolata la bretella viaria in corso di realizzazione tra viale della Repubblica e Corso Umberto I. Al Maresciallo D'Arminio, barbaramente assassinato dalla camorra il 5 gennaio 1976, sarà invece intitolata la piazza posta nei pressi della Chiesa Santa Maria della Pace. Una commemorazione di uomo di stato che ha compiuto il suo dovere fino al sacrificio della vita.

«Bisogna onorare - spiega il sindaco, Martino D'Onofrio - chi ha portato in alto il nome di Montecorvino Rovella. Tramandare ai più giovani la memoria di questi grandi uomini è doveroso per chi rappresenta le istituzioni».
«Si tratta - aggiunge l'assessore con delega alla Toponomastica, Stefania Quaranta - di due personaggi che con il loro operato caratterizzato dalla professionalità e dall'abnegazione hanno scritto pagine importanti della storia locale. Con questa scelta vogliamo dare la possibilità, soprattutto alle giovani generazioni, di conoscere ed apprezzare questi personaggi llustri. Un ringraziamento particolare voglio rivolgerlo a Nunzio Di Rienzo per il sostegno e per le fondamentali informazioni storiche fornite. È in atto, inoltre, un intervento sistematico dell'ufficio tecnico, in collaborazione con l'ufficio toponomastica ed il comando di polizia locale, di ricognizione e riordino della numerazione civica sul territorio. L'obiettivo è risolvere situazioni di numerazione civica non conformi alla normativa e che creano difficoltà ai cittadini».