Fonderie, l'ad Ciro Pisano: pronto ad incontrare i sindaci

Presentato in Confindustria Salerno il piano per la delocalizzazione dell'azienda

fonderie l ad ciro pisano pronto ad incontrare i sindaci
Salerno.  

"Siamo pronti a confrontarci con tutti i sindaci dell’area di Buccino e dell’intero comprensorio in relazione al nostro progetto per la realizzazione del nuovo stabilimento, in piena sintonia con le esigenze della cittadinanza e dei suoi rappresentanti istituzionali. E’ il momento di rendere operativo un progetto all’avanguardia e non inquinante". Così l'amministratore delegato delle Fonderie Pisano, Ciro Pisano dopo l'incontro in Confindustria Salerno nel quale è stato presentato il progetto del nuovo stabilimento da realizzarsi nell'area industriale di Buccino. 

Nel corso della mattinata l’amministratore delegato delle Fonderie ha evidenziato che "è intenzione dell’azienda organizzare una nuova presentazione dedicata agli amministratori locali di Buccino e dell’area circostante per illustrare nel dettaglio le caratteristiche del progetto inerente la realizzazione del nuovo stabilimento, illustrandone gli aspetti ecologici e le ricadute occupazionali", si legge in una nota della società. 

"Devo dire - ha dichiarato l'ingegnere Ciro Pisano - che già stamattina avrei voluto incontrare i primi cittadini di Buccino e delle altre località della zona a Sud di Salerno per entrare nel merito dell’illustrazione del progetto relativo al nostro nuovo stabilimento, ma la limitazione della sala dovuta ai problemi Covid non ci ha permesso di farlo. Si tratta di un’opera incentrata su due aspetti fondamentali: la tutela dell’ambiente e la salvaguardia della salute - assicura Pisano -. La capacità operativa e la competitività per fare crescere la produttività con tutto quello che ne consegue non solo dal punto di vista imprenditoriale, ma anche per proseguire nella nostra azione di tutela e valorizzazione delle nostre risorse in termini di addetti. In altre parole, i nostri dipendenti restano sempre al centro di ogni nostra iniziativa che, naturalmente, si pone anche gli obiettivi comuni a tutte le industrie. E, ovviamente, è prioritario provare ad investire primariamente nel nostro territorio, piuttosto che altrove".

Non solo "Oltre agli investimenti tipici del settore-fonderia, per potere utilizzare la massima quantità di energia verde/rinnovabile - ha evidenziato l'ingegnere - sono state previste sulle coperture una serie di pannelli fotovoltaici in modo da assicurare la quasi totalità del fabbisogno energetico. Siamo certi - ha concluso Pisano - che avremo l’occasione di riuscire a illustrare nel merito il progetto che abbiamo realizzato, un progetto che potrà rappresentare un contributo molto importante per il nostro territorio e la nostra regione".