Settebello sul tetto del mondo, Salerno in festa per Dolce

Doppietta in finale per il pallanuotista salernitano, grande protagonista a Gwangiu

settebello sul tetto del mondo salerno in festa per dolce
Salerno.  

Il Settebello italiano schianta 10-5 la Spagna a Gwangiu e conquista, per la quarta volta nella storia, il trono mondiale. Un successo mai in discussione, quello centrato dai ragazzi di Alessandro Campagna, che hanno messo subito in discesa l’incontro, confermando la supremazia ch’era emersa durante il torneo. Gli iberici sono rimasti a contatto soltanto nelle prime battute (2-2). Poi gli azzurri hanno iniziato a macinare punti, prendendo il largo e rendendo il vantaggio irrecuperabile. Merito di un Del Lungo stratosferico che ha abbassato la saracinesca, respingendo i tentativi di tornare in partita della Spagna.

Ma anche di un lavoro di squadra che ha premiato la compagine azzurra. Un successo che riempie d’orgoglio anche la città di Salerno, in festa per Vincenzo Dolce. Il ragazzo cresciuto nel Circolo Nautico Salerno e che in carriera ha indossato anche la calottina della Rari Nantes, è stato uno dei protagonisti azzurri. All’esordio in un mondiale, ha giocato con la personalità del veterano, trovando la doppietta in finale. Anche l'amministrazione comunale di Salerno si è congratulata per il suo successo. Un trionfo che, tra l'altro, dà seguito a quello conquistato dai salernitani Mario Del Basso ed Eduardo Campopiano, medaglia d’oro con il Settebello alle Universiadi di Napoli 2019.  

Spagna: Lopez Pinedo , Munarriz Egana 1, Granados Ortega , De Toro Dominguez , Cabanas Pegado , Larumbe Gonfaus , Barroso Macarro , Fernandez Miranda , Tahull I Compte , Rocha Perrone 2, Mallarach Guell 2, Bustos Sanchez , Lorrio Bejar . All. David Martin Lozano
Italia: Del Lungo , Di Fulvio 1, Luongo 2, Figlioli 1, Di Somma , Velotto , Renzuto Iodice 1, Echenique 1, Figari , Bodegas 1, Aicardi 1, Dolce 2, Nicosia . All. Alessandro Campagna
Arbitri: Margeta (Slo), Goldenberg (Usa)
Note: parziali: 2-2 1-3 1-3 1-2 Nel primo tempo, al minuto 7'37, Del Lungo para un rigore a Granados. Nel quarto tempo, a 1'45", espulso Di Somma. Uscito per limite di falli Figari a 3'36" del quarto tempo. Superiorità numeriche dopo il terzo tempo: Spagna 3/10 + due rigori e Italia 4/6