Cavese, Goh: "Insultato per il colore della mia pelle"

Su Instagram lo sfogo dell'attaccante dei metelliani: "l razzisti stiano fuori dagli stadi"

cavese goh insultato per il colore della mia pelle
Cava de' Tirreni.  

Massimo N'Cede Goh, attaccante della Cavese, attraverso le “storie” del suo profilo Instagram ufficiale, ha dichiarato di essere stato oggetto di un episodio di razzismo in occasione del match contro il Catanzaro, valido per la quattordicesima giornata del girone C di Serie C, giocato ieri allo stadio “Menti”. "Seconda domenica di fila che vengo insultato per il colore della mia pelle, la prima volta non ho detto niente, e ho sbagliato, ma ora ne ho abbastanza di sto schifo... Ma ci rendiamo conto? Parliamo di calcio, ci stanno gli sfottò e ci sono mille modi per insultare una persona... Non mi interessa se era uno o dieci o cinquanta, in tanti mi hanno detto di "lasciare stare", ma io non lascio stare per me chi sbaglia paga, ste persone qua non devono entrare negli stadi, ste persone qua si devo squalificare per un pò di anni.... Il razzismo va oltre il calcio è un tasto che non si deve toccare... SONO NERO E SONO FIERO, COME SONO ITALIANO E SONO FIERO". Questo il messaggio postato dal calciatore dei metelliani. 

Foto: cavese1919.it