Chiodo nella pasta nella mensa della scuola.«Nessuna anomalia»

Mercogliano: la relazione dell'Al assicura: mensa e refettorio in piena regola

chiodo nella pasta nella mensa della scuola nessuna anomalia
Mercogliano.  

Una relazione dell'Asl precisa che non si è verificata alcuna anomalia, dopo il ritrovamento nella pasta e lenticchie alla mensa scolastica di Torelli di un chiodo da parte di una bambina della seconda elementare. Due settimane fa il caso creò molte preoccupazioni nelle famiglie. Ma ogni aspetto è stato valutato con perizia dagli ispettori, al lavoro subito dopo l'accaduto. L'accaduto venne segnalato subito dai genitori della bimba.

Sono stati effettuati controlli accurati nel centro di cottura e nel refettorio della scuola, che escludono qualsiasi irregolarità.  Pochi giorni fa il dirigente ha inoltrato al sindaco Massimiliano Carullo la relazione dettagliata. L’Asl comunica così che il centro di cottura e il refettorio scolastico rispettano ogni procedura e normativa in materia. 

Prelievi e ispezioni hanno accertato che ogni procedura è certa e rispettata. Il chiodo rinvenuto nel pasta e lenticchie è stato acquisito agli atti dall’Asl per essere sottoposto ad analisi ulteriori. «Quanto accaduto è un fatto gravissimo – commenta il sindaco Carullo – come sempre mi reco nella scuola per mangiare con i piccoli alunni per essere presente e certo di ogni aspetto». I controlli sempre molto puntuali, minuziosi e quotidiani effettuati con perizia dagli esperti dell'azienda sanitaria.