Ztl Avellino, pioggia di ricorsi: prime vittorie dei multati

Primi ricorsi vinti. Ecco tutti i dettagli. Centinaia di multati in attesa...

ztl avellino pioggia di ricorsi prime vittorie dei multati

(Clicca sulla foto in alto e guarda il video) L'uomo che ha vinto il ricorso aveva ricevuto tre verbali relativi a presunte violazioni delle ztl. E' stato affiancato dall'avvocato Raffaello Caldarazzo e dalle associazioni dei consumatori.

Avellino.  

 

di Andrea Fantucchio 

Le polemiche sulle zone a traffico limitato, istallate ad Avellino, probabilmente torneranno presto d'attualità. In seguito a una sentenza emessa dal giudice di pace qualche giorno fa. Un cittadino aveva presentato ricorso, poi vinto, per impugnare tre verbali elevati a suo carico, in seguito a presunte violazioni delle ztl. L'uomo è stato rappresentato nella sua azione legale dall'avvocato Raffaello Caldarazzo e affiancato dall'associazione Movimento Difesa del Cittadino di Generoso Testa. Anche altre associazioni si erano occupate della stessa problematica: fra le quali, Federcosumatori di Fiorentino Lieto e Adoc Avellino di Gianluca De Cunzo. (Clicca sulla foto di copertina e guarda il video)

Per la difesa ci sarebbero state svariate irregolarità nell'applicazione delle ztl. Fra le quali: insufficienti indicazioni stradali, eventuali modifiche dell'orario di apertura o chiusura delle ztl non indicate correttamente, mancato rispetto della tutela dei dati personali, insufficienti giorni messi a disposizione per visionare le immagini oggetto di contestazione (al momento è possibile farlo solo di mercoledì).

Generoso Testa commenta così la sentenza: «Noi abbiamo tentato di dialogare col comandante dei vigili urbani Michele Arvonio e l’amministrazione del sindaco Paolo Foti per discutere i dubbi riscontrati nel’applicazione delle ztl. Abbiamo atteso diversi giorni ma non abbiamo avuto alcuna risposta. Ci siamo visti costretti ad adire alle vie legali per garantire la tutela dei cittadini. Dopo aver presentato una comunicazione anche in Prefettura».

Questa sentenza potrebbe rappresentare un precedente per tutti quei cittadini che da tempo evidenziano le irregolarità nelle applicazioni delle ztl.