Andrea Riccio ospita il grande campione Franco Selvaggi

Riunione operativa ad Ariano per designare i responsabili delle scuole calcio nel sud Italia

andrea riccio ospita il grande campione franco selvaggi

L'attaccante imprendibile che faceva tremare le difese, soprannominato Spadino...

Ariano Irpino.  

Riunione operativa in Campania, ad Ariano Irpino, per designare i responsabili delle scuole calcio nel sud Italia alla presenza dell’ex calciatore, campione del mondo Franco Selvaggi.

Nato a Pomarico, nel 1953, ex attaccante del Cagliari, fu scelto da Enzo Bearzot, il quale lo preferì a Roberto Pruzzo, il capocannoniere della Serie A di allora e ad Edi Bivi. Pur non giocando in quel memorabile campionato del mondo del 1982 divenne l’amico di stanza di Tardelli, uomo della svolta di quelle notti magiche.

I ricordi per Selvaggi restano tanti: “Il mio primo goal in serie A alla Juventus a 19 anni, ma il più bello è stato vincere il mondiale nell’82. Vestire la prima volta la maglia azzurra è l’aspirazione di tutti coloro che intraprendono questo sport. Era un sogno da bambino che sembrava irrealizzabile. Un consiglio che do a tutti i ragazzi che si approcciano a questo sport, è quello di crederci fino in fondo. Niente è impossibile nella vita, basta volerlo e avere le qualità.”

Selvaggi ancora oggi è considerato il calciatore più rappresentativo della Basilicata. Ex Ternana in serie A, la sua carriera ha mosso i primi passi, dal vivaio della Gianni Rivera di Matera, fino a vestire poi la maglia della nazionale italiana ai mondiali  di Spagna del 1982.

A fare gli onori di casa ad Ariano Irpino nel Rione San Pietro, l’imprenditore Andrea Riccio, Amministratore Unico, Innovation Financial Solutions, presidente Enjoy Communication, insieme al suo team, l’ex calciatore e allenatore dell’Ariano Antonio Negri, validissimo osservatore nazionale e il procuratore calcistico Vincenzo De Tata, insieme ad un nutrito gruppo di osservatori attivamente impegnati sui campi giovanili di calcio con ottimi risultati.