Concorsone, a fine mese le graduatorie: assunzioni a dicembre

A novembre le prove scritte del concorso

concorsone a fine mese le graduatorie assunzioni a dicembre

In ballo c'è il futuro di tanti, tra attese e speranze di moltissimi giovani e non solo, che hanno provato a superare una prova tanto attesa in Campania. Sono iniziate giovedì 17 ottobre intorno alle ore 10:30 presso la sede romana di Formez PA, in Viale Marx, le correzioni dei test della prova preselettiva del Concorso Ripam indetto dalla Regione Campania. Si è deciso di partire dagli elaborati della categoria D (rivolta ai candidati in possesso di laurea).

Nella giornata di venerdì 18 ottobre, invece, gli addetti ai lavori hanno corretto la seconda sessione di prove, ovvero quelle effettuate il 19 settembre. L'attività è ripresa oggi e andrà avanti fino al definitivo completamento.

I test vengono corretti pubblicamente tramite dei lettori ottici che attribuiscono il punteggio finale. Ricordiamo che ogni risposta giusta vale un punto, zero punti per quelle non date (o che presentano più spunte di risposta da parte del candidato) mentre è previsto un "malus" di -0,33 in caso di errore. Il punteggio massimo che si può raggiungere in questa fase è di 80 punti, mentre non è prevista una soglia minima per accedere alla fase successiva del concorso.

A fine mese si annunciano le graduatorie del Concorso in Campania per 10mila posti di lavoro negli enti locali. Il Formez ha avviato la correzione degli oltre 143mila elaborati consegnati nelle preselezioni di settembre e fa sapere di voler arrivare alla graduatorie nel minore tempo possibile. L’obiettivo di chi ha proposto il concorso, la Regione Campania, è di poter procedere con le prime 2.243 assunzioni a dicembre.

Le prove concorsuali si terranno a novembre. Il Governatore Vincenzo De Luca in pressing sul Ministero per l’immissione entro l’anno dei nuovi impiegati e per ottenere la validità della graduatoria triennale, in modo da poter assegnare tutti i 10mila posti senza ulteriori bandi.

 L’elenco con gli ammessi alla prova scritta, quindi alla selezione concorsuale vera e propria, verranno pubblicati con valore di notifica sul sito della Formez, dove verrà anche diramato l’avviso di convocazione per gli scritti almeno quindici giorni prima dello svolgimento delle prove concorsuali. Come è noto, la prova scritta sarà articolata su 60 domande a risposta multipla, differenti per ciascuno degli otto profili. Per ogni risposta esatta sarà attribuito un punto.

Terminate le correzioni dei test della categoria D - che dovrebbero concludersi intorno alla fine di ottobre - si passerà agli elaborati della categoria C, riguardante i candidati che sono in possesso di diploma di scuola media superiore.

Quando tutte le prove preselettive saranno state corrette, verrà stilata e pubblicata la graduatoria finale. I nomi di coloro che potranno accedere alla fase successiva resteranno secretati fino alla conclusione della procedura di abbinamento di ogni cognome con il relativo test.

Gli elenchi ufficiali degli ammessi alla prova scritta verranno pubblicati con valore di notifica sul sito della Formez. Inoltre sullo stesso portale verrà diramato l'avviso di convocazione per gli scritti almeno quindici giorni prima dello svolgimento.

Ricordiamo che la prova scritta si baserà su 60 domande a risposta multipla differenti per ogni profilo, e verrà assegnato un punto per ogni risultato esatto.

Per superare questa fase sarà necessario ottenere un punteggio minimo di 21/30 (il punteggio conseguito nello scritto sarà valido ai fini del computo del voto finale di merito).

Le altre due prove previste dal bando di concorso sono la fase di rafforzamento e formazione della durata di 10 mesi e il colloquio orale (anche in questo caso, le valutazioni conseguite andranno a determinare il voto finale di merito).