Via i bus da piazza Macello, il Mercato trasloca a Campo Genoa

piazza Kennedy: si cambia. Il mercato bisettimanale trasloca per far posto ai pullman

via i bus da piazza macello il mercato trasloca a campo genoa
Avellino.  

Una piccola grande rivoluzione destinata a cambiare la mobilità nel capoluogo e la distribuzione dei servizi. La delocalizzazione del mercato bisettimanale ad Avellino è vicina, e con essa anche quella dei bus ancora presenti in centro. Mercato a Campo Genova e bus nel Piazzale dello Stadio: la decisione è presa e l’amministrazione comunale passa alla fase operativa e punta a completare lo spostamento in poche settimane e prima del Natale. L’annuncio dell’assessore comunale Antonio Genovese ha già innescato le proteste di tanti, soprattutto i pendolari che possono ancora contare sull’approdo a piazza Kennedy di molti bus, ma anche di ambulanti e cittadini che da anni frequentano il mercato del martedì e sabato. 

Si cambia entro Natale

 «L’obiettivo – conferma l’assessore Genovese  – è attrezzare e aree e chiudere prima di Natale». Delocalizzare l’attuale isola ecologica di «IrpiniAmbiente» nei vecchi depositi della «Cecchini», a via Zoccolari diventa il passaggio cruciale. Serviranno pochi interventi per attrezzare Campo Genoa per l’area mercatale. Una riconversione che se costerà uno spostamento di pochi metri per gli ambulanti significherà comunque caricare il traffico su contrada Amoretta in maniera esponenziale.

I costi

Servirà una variazione in bilancio comunque non troppo alta, secondo gli uffici tecnici.  La nuova area mercatale, conti alla mano garantirà più spazio. Se il piazzale dello stadio si estende su 23mila metri quadrati, Campo Genoa garantirà una superficie di 25mila metri quadrati, su cui ridefinire la distribuzione degli stalli . La priorità resta spostare i bus. Proprio sull’asse Piazza Kennedy, via Del Balzo e via Carducci la presenza dei mezzi ha negli anni un innalzamento delle polveri sottili. Emissioni costanti e alte che hanno fatto sempre registrare livelli troppo alti per l’Arpac, tanto da far sforare i livelli consentiti troppo spesso.

L'Air, la nuova area

Anche l’Air è parte attiva del valzer di sedi. Non solo per la delocalizzazione del terminal, tra l’altro solo provvisoria, ma anche perché sarà fondamentale la messa a disposizione dei vecchi depositi della «Cecchini», che appartengono proprio all’azienda dei trasporti, per spostare da Campo Genova l’isola ecologica di «IrpiniAmbiente”.

La polemica

Sullo sfondo il malcontento generale per il trasferimento del mercato. Se pure si trattasse di un trasloco di pochi metri, il cambio sede del mercato lascia perplessi ambulanti e cittadini, che dovranno cambiare le proprie ormai rodate abitudini. Una nuova mappa delle spesa da poter fare a costo contenuto non convince. Sono migliaia gli acquirenti che da sempre arrivano in città, anche dalla provincia per fare le proprie spese in un percorso ormai collaudato tra settori diversi e ubicazioni ben note.