Metro, ancora polemiche: spuntano i divieti di sosta a via Circumvallazione

Ordinanza di Arvonio che prevede anche le corsie preferenziali. Saltano decine di posti auto

metro ancora polemiche spuntano i divieti di sosta a via circumvallazione

Ma intanto l'opera ancora non parte

Avellino.  

Metro leggera ad Avellino, in attesa di capire quando l'opera effettivamente partirà, spuntano i primi divieti in città. 

Con ordinanza della Polizia Municipale con effetto immediato, in vista della messa in esercizio provvisoria, istituite ufficialmente le corsie preferenziali.

E fin qui niente di nuovo. Ma non è l'unica novità emersa dalla determina di Arvonio.

Ci sono anche nuovi sensi unici e, soprattutto, divieti di sosta che comportano inevitabilmente meno parcheggi in città.

In particolare nel tratto di via Circumvallazione tra piazza Castello e piazza Kennedy dove, in diversi punti, le linee gialle hanno già preso il posto di quelle blu. La gente è divisa sulla reale utilità dell'opera.

Decine e decine di posti auto saltati, se ne stimano almeno un centinaio, via Circumvallazione e corso Europa le strade più bersagliate.

Ieri è stata emanata l’ordinanza del comandante della Polizia municipale, Michele Arvonio, ha ufficializzato le prime modifiche alla viabilità in conseguenza dell'imminente messa in servizio della metro.

Corsie preferenziali a Via Circumvallazione, nel tratto compreso tra l’intersezione con via Francesco Tedesco e l’intersezione con Piazza Castello, e nel tratto compreso tra l’intersezione con Via De Renzi e l’intersezione con Piazzale Covelli. Quindi, a via Guarini, via Testa, via Colombo, via Cavour, via Nobile, e Corso Umberto I nel tratto compreso tra l’intersezione con Piazza Castello e l’intersezione con Via Circumvallazione.

Ed ecco qui i posti auto che salteranno. Arvonio conferma l’istituzione del divieto di sosta e di fermata.

I cittadini avellinesi sono perplessi e nutrono più di un dubbio sull'efficacia della metro, una volta entrata in funzione. “Ad Avellino il problema parcheggi già si faceva sentire in maniera pesante, ora circolare con l'auto sarà davvero impossibile. Speriamo solo che la metro porterà un effettivo beneficio per contrastare l'inquinamento”.