Allarme attentati: spuntano le barriere sul Corso di Avellino

Blocchi di cemento ai varchi. Natale blindato in città

allarme attentati spuntano le barriere sul corso di avellino
Avellino.  

Parola d'ordine: sicurezza. Avellino “blindata” per Natale. Anche nel capoluogo irpino arrivano le barriere anti-terrorismo. Conformandosi alle recenti direttive nazionali e alle indicazioni dei responsabili territoriali dell'ordine pubblico e della sicurezza collettiva, il Comune di Avellino fa sapere di aver dato il via in queste ore all'installazione di new jersey, i blocchi di cemento armato ormai comparsi in tutte le città nei punti più a rischio attentati, in alcune zone e punti sensibili del territorio cittadino. Protezione, dunque, per i punti sensibili con adeguamento al modello organizzativo delineato dalla circolare del capo della Polizia Gabrielli, che impone le misure di security. Insomma, grossi blocchi di cemento ai varchi del corso per evitare il rischio di arrivo di auto, furgoni, mezzi che possano piombare sulla folla, durante le feste. I blocchi sono stati sistemati nel pomeriggio negli accessi principali del Corso Vittorio Emanuele, dal lato di Via Matteotti e di Viale Italia dove è stato allestito un blocco del traffico per evitare l’ingresso di “veicoli pesanti”. “Dopo l’attentato di Nizza particolare attenzione ai punti di vulnerabilità individuati, dal comitato di ordine e sicurezza, nella città di Avellino, negli accessi principali del Corso Vittorio Emanuele, dal lato di Via Matteotti e di Viale Italia dove è stato allestito un blocco del traffico. Nonostante non abbiamo indicatori di fatti che possano avere una rilevanza preoccupante, è un dovere garantire ai cittadini la sicurezza in concomitanza di questi eventi”.

Siep