Isochimica, la procura chiede più di 60 anni di carcere

La richiesta di condanna al termine della requisitoria del pm Roberto Patscot, durata 5 ore

isochimica la procura chiede piu di 60 anni di carcere
Avellino.  

Dopo cinque ore ininterrotte di requisitoria, definita dallo stesso pm Roberto Patscot, “chirurgica”, arrivano le richieste di condanna per gli imputati nel processo Isochimica. Più di 60 anni di carcere la pena richiesta per ex dipendenti di Ferrovie, Isochimica e amministratori locali.

Il sostituto procuratore ha chiesto 10 anni ciascuno per gli ex funzionari di Ferrovie dello Stato, Aldo Serio, Giovanni Notarangelo, Mauro Finocchi e Silvano Caroti e i due responsabili della sicurezza in fabbrica, Vincenzo Izzo e Pasquale De Luca. Due anni e sei mesi per l’ex sindaco Giuseppe Galasso e la giunta comunale del 2005, due anni per il curatore fallimentare della fabbrica di Pianodardine Leonida Gabrieli, sei mesi per l’altro ex primo cittadino Paolo Foti che avrebbe dovuto vigilare in qualità di custode giudiziario dell’area e il dirigente comunale Luigi Cicalasse. Infine, chiesti 6 mesi per  responsabile dell’Unità operativa amianto, Luigi Borea.