Articoli di Carnevale non sicuri: maxi sequestro in Irpinia

Sequestrati 1890 articoli in cinque negozi

articoli di carnevale non sicuri maxi sequestro in irpinia

Controlli della Guardia di Finanza in Irpinia nel periodo di Carnevale per contrastare la vendita di materiale non sicuro. Così gli uomini della compagnia di Ariano Irpino, basandosi anche sulle segnalazioni del sistema Rapex (il sistema europeo di allerta rapido per i prodotti pericolosi) ha eseguito attività ispettive, mirate a verificare l’osservanza del codice del consumo e della normativa vigente in materia di sicurezza dei giocattoli, in  nove esercizi commerciali ubicati nella città del Tricolle, a Grottaminarda e Mirabella eclano. In cinque dei negozi controllati, tutti riconducibili a persone di etnia cinese, sono state accertate irregolarità che hanno portato al sequestro di 1.890 articoli di carnevale in quanto non a norma: privi di marcatura Ce, di avvertenze per i consumatori, e in alcuni casi di una qualsiasi forma di etichettatura. Inevitabile la segnalazione dei responsabili delle violazioni amministrative alla locale camera di commercio competente per l’irrogazione delle sanzioni, che possono arrivare fino ad un importo di 18.000 euro. Nello specifico, le fiamme gialle arianesi hanno constatato che i costumi, le maschere e gli accessori, considerati dalla legge come “giocattoli”, non rispettavano tra l’altro i previsti requisiti di idoneità, finalizzati a prevenire svariate tipologie di rischi, tra i quali “soffocamento”, “infiammabilità”, “irritazione della pelle e delle mucose”.