Traffico Cardito: "L'esperimento non resterà fine a se stesso"

Franza: "Non abbasseremo la guardia, l'attenzione resterà altissima nell'interesse di tutti"

traffico cardito l esperimento non restera fine a se stesso
Ariano Irpino.  

E’ un esperimento da non buttare via ma sicuramente da perfezionare con nuovi accorgimenti migliorativi, anche nella segnaletica, meno furbate e soprattutto attraverso una maggiore collaborazione da parte di tutti.

Certo il caos c’è stato, i rallentamenti in qualche momento della mattinata sembra siano stati anche maggiori soprattutto sul versante Variante-Maddalena, meno in serata ma arrendersi significherebbe darla vinta al traffico.

C’è chi però ritiene che la soluzione da adottare, possa essere un’altra oltre alle rotatorie mobili e al divieto di svolta  a sinistra: "Tagliare quei marciapiedi così enormi in più punti occupati da auto, ne sanno qualcosa i portatori di handicap e realizzare due rotatorie stabili."

Il neo assessore Vito De Luca, presente insieme al sindaco Enrico Franza, al consigliere Generoso Cusano, al comandante della Polizia Mario Cirillo e al dirigente dell'area tecnica Fernando Capone, traccia un primo bilancio: "Il nostro obiettivo, è quello di ridurre in tempi di percorrenza. E' impensabile, credere di risolvere il problema, attraverso interventi provvisori e sperimentali. Stiamo cominciando a valutare alcune situazioni  per migliorare questa condizione, in attesa  che il tutto poi si risolva definitivamente, con la famosa bretella."

In sintesi, l'intento è quello di rendere stabili le due rotatorie in questione sia al bivio Serra (Carditogomme) che all'altezza di Quinta Strada, eliminando i vari ostacoli, attraverso una segnaletica più incisiva con l'ausilio di telecamere e tutto ciò che possa servire per agevolare al meglio gli automobilisti e i mezzi di soccorso.

Enrico Franza: "Non abbasseremo la guardia, l'attenzione resterà altissima, gli esperimenti, si cominciano e si portano avanti, migliorando ogni aspetto. Siamo aperti al confronto."

Dello stesso avviso anche l'ex consigliere comunale Antonio Santosuosso ideatore del primo esperimento: "E' l'unica soluzione, va portata avanti, con tutti gli accorgimenti necessari."

E' rimasto fino a tarda sera Amedeo Tedeschi, veterano della Polizia Municipale, paletta in mano a centro strada a dirigere il traffico, lui che di esperienza ne ha alle spalle:"Si può solo migliorare, abbiamo già oggi registrato una riduzione dei flussi pari al 30% nonostante due incidenti stradali avvenuti in serata e la concomitanza delle Universiadi.