Presidenza a Puopolo: "Ho tifato per il giovane Puorro"

Elezione sudata, spaccatura nel centro destra, frizioni nel centro sinistra ma il consiglio va...

presidenza a puopolo ho tifato per il giovane puorro

Il resoconto del consiglio comunale a Palazzo di Città...

Ariano Irpino.  

Ci sono volute, due sedute consiliari di cui una interrotta per mancanza di numero legale, tre votazioni e una sospensione dei lavori per eleggere finalmente il presidente del consiglio comunale ad Ariano Irpino. Alla fine la scelta è caduta sull'ex vice sindaco Giovannantonio Puopolo.

Una elezione di quelle sudate, che ha evidenziato però, una netta spaccatura nel centro destra. "Sudata? Ma no - afferma il neo eletto presidente Puopolo - io direi solo per il caldo di questi giorni. Nessuna spaccatura. Già alla seconda votazione, il quadro è stato piuttosto chiaro. Devo dire la verità, io facevo il tifo per Pasquale Puorro, è un giovane e questa amministrazione punta sul nuovo che avanza, speravo lo ripeto in un giovane, poi hanno deciso di mettere un antico e va bene lo stesso."

Che presidente sarà? "Sarò il presidente di tutti, trasparente, leale e al di sopra delle parti, una guida che possa guardare solo ed esclusivamente al bene della città."

Vice presidenza assegnata invece a Mario Iuorio, del Movimento 5 Stelle,persona seria, oculata e rispettosa.

Ha dichiarato pubblicamente di aver votato scheda bianca, il consigliere Daniele Tiso, l'unico che ha scelto di rimanere in aula e di non prendere parte alla riunione di dieci minuti prima della votazione decisiva.

Il sindaco Enrico Franza ha ringraziato ancora una volta, tutti gli arianesi che hanno riposto fiducia sulla sua persona ma anche coloro che non lo hanno fatto. “Vi è un’alleanza su alcuni punti programmatici che saranno palesati nel prossimo Consiglio, per dare sostanza alla volontà di cambiamento degli elettori”. 

Ha espresso una riserva rispetto all'anomalia politica, rappresentata dalla presenza della Lega nel centro sinistra in consiglio, Giovanni La Vita, in quanto entrerebbe in contrasto con altre idee. Ma la risposta di Generoso Cusano è stata netta e immediata: "Non sono un mostro. La lega non crea problema a chi amministra. Vi è un patto per la città, abbiamo il dovere, di lavorare solo per il bene di questa comunità. 

E l'assessore Vito De Luca, fuori sede per motivi familiari, far pervenire una nota: "Vorrei precisare, senza alcuna forma di polemica in quanto, non appartiene al mio modus operandi, che il sottoscritto ha le proprie idee politiche come tutti i cittadini, ma non ha in tasca alcuna tessera di partito. Voglio illudermi che sono stato scelto per il mio entusiasmo, voglia di fare e forse anche per le mie competenza ma di certo non per colore politico che non ho, ne sugli abiti né tantomeno sulla pelle. Io ero sono e sarò sempre solo un tecnico al servizio di tutti i cittadini di ariano irpino, al di sopra di ogni appartenenza politica."

Il Consiglio ha poi eletto i membri della commissione elettorale: Federico Puorro, Carmine Ruggiero, Luca Orsogna, supplenti Generoso, Cusano, Raffaela Manduzio, Filomena Gambacorta.

Ed infine il Collegio dei Revisori dei Conti per il triennio 2019/2021: Ciro Di Lascio presidente, Angelo Maddaloni e Renato Perugini consulenti. Puntuale in merito la relazione del vice sindaco Laura Cervinaro, che ha ricevuto gli elogi del consigliere Carmine Grasso e del pubblico presente.

Seduta affollatissima, pubblico assiepato anche lungo i corridoi e blindata con la presenza di Polizia, Carabinieri e Vigili Urbani.