Avviata raccolta firme per sfiduciare il sindaco Enrico Franza

Pronta la mozione per mandare a casa il sindaco. E ora è di nuovo caccia alle firme...

avviata raccolta firme per sfiduciare il sindaco enrico franza

Il documento...

Ariano Irpino.  

Era stata ipotizzata a poche ore dal suo insediamento in consiglio comunale subito dopo l'elezione poi non più messa in atto per decisioni arrivate dall'alto e quindi assenza di firme, ed ora viene riproposta con forza da Fratelli d'Italia alla luce dell'ultimo civico consesso. Si tratta della mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Enrico Franza che arriva ad una settimana dal Natale. Cosa accadrà questa volta? Saranno tutti compatti e determinati a firmare la fine del Governo Franza? Cosa faranno realmente le opposizioni? Al momento non è dato sapere. Nell'ultimo consiglio comunale l'unica ad esprimere con chiarezza la volontà di sfiduciare il sindaco era stata la consigliera Filomena Gambacorta. 

Questa sera riunione importante proprio nella sede del partito capeggiato da Carmine Ruggiero con il coordinatore regionale di Fratelli d'Italia. E Domani pomeriggio, giovedì 19 dicembre alle ore 17,00 conferenza dei capigruppo a palazzo di città.

Ma eccola la mozione, al momento senza firme e non protocollata.

I sottoscritti Consiglieri Comunali, ai sensi e per gli effetti dell'art. 52 D. Lgs. 267/2000 (Tuel) e art. 34 dello Statuto Comunale.

Premesso

1) In base all'articolo 23 dello statuto comunale “Linee Programmatiche”:

1. Il Sindaco, nell'esercizio della funzione di indirizzo, entro sessanta giorni decorrenti dalla data del suo avvenuto insediamento, sentita la Giunta Comunale, presenta al Consiglio le linee programmatiche relative alle azioni ed ai progetti da realizzare nel corso del mandato.

2. In tale sede ciascun consigliere ha facoltà di intervenire nella definizione delle linee programmatiche, proponendo integrazioni, adeguamenti e modifiche, mediante presentazione di appositi emendamenti, nelle modalità indicate dal regolamento di funzionamento del Consiglio Comunale.

3. Entro il 30 settembre di ogni anno o, comunque in occasione della deliberazione di accertamento degli equilibri generali del bilancio, il Consiglio Comunale provvede a verificare l'attuazione di tali linee, proponendo, se ne ricorrono le circostanze, eventuali modifiche e/o adeguamenti strutturali.”
Le linee programmatiche invece sono state presentate soltanto nel consiglio comunale del 21 Novembre 2019 e discusse nell’ultima seduta dell’assise del 16 Dicembre, dove si è manifestata la diversità di vedute politiche.

2) - che la mancanza di qualsivoglia iniziativa politica e programmatica della Giunta Comunale è la causa principale della scarsa efficacia, se non proprio paralisi, dell’azione amministrativa, che ha generato sfiducia e disorientamento anche tra i nostri concittadini.

3) la mancata approvazione del bilancio consolidato.

4) Discussione politica nel consiglio comunale del 16 Dicembre dove con evidenti manifestazioni dei vari gruppi politici, è apparsa palese la mancanza di fiducia verso questa amministrazione.

Considerato anche che dopo questa ultima manifestazione così eclatante e lampante, il sindaco non ha ritenuto opportuno dare le dimissioni

                                                                                   CHIEDONO

La immediata convocazione del Consiglio Comunale, con l'inserimento nell'Ordine del Giorno del Consiglio stesso della presente Mozione ("Mozione di sfiducia al Sindaco di Ariano Irpino, Sig. ENRICO FRANZA”), affinché venga discussa e deliberata, nei modi, nei tempi e per le finalità previste dalla Legge e dal Regolamento Comunale.

CONCLUSIONI

Le suddette motivazioni politiche-amministrative impongono ai sottoscritti il dovere di coinvolgere l'intero Consiglio Comunale di Ariano Irpino e, di qui,  la necessità della presente mozione di sfiducia; riteniamo che l'Assemblea nel suo complesso, senza alcuna distinzione fra maggioranza e minoranza consiliare, debba pronunciarsi in modo forte ed inequivocabile sull'incongruenza e sull'inconcludenza dell'azione amministrativa dell'attuale Sindaco, la cui ulteriore permanenza nella carica di primo cittadino, anche per i mesi residui che lo separano, ormai, dalla scadenza naturale del suo mandato, nuoce sia al prestigio del ruolo sia  alla funzionalità ed all'efficacia dell'Ente.

Con la presente mozione invitiamo i consiglieri comunali di maggioranza ad assumersi le proprie responsabilità, al fine di recuperare la propria autonomia decisionale nel rispetto della propria dignità e del mandato elettorale ricevuto.

I GRUPPI POLITICI DEL CENTRO-DESTRA CHIAMATI A DECIDERE LA SFIDUCIA DEL SINDACO

FRATELLI D’ITALIA CARMINE RUGGIERO

FORZA ITALIA DOMENICO GAMBACORTA

EMERICO MARIA MAZZA

GIOVANNI ANTONIO PUOPOLO

UDC  DANIELE TISO

FEDERICO PUORRO

PER ARIANO  FILOMENA GAMBACORTA

ANTONIO DELLA CROCE

ARIANO DI TUTTI  RAFFAELA MANDUZIO

PASQUALE PUORRO

ARIANO POPOLARE  ETTORE ZECCHINO