Quei bidoni sulla carreggiata vanno rimossi: sono abusivi

Il grave scempio di contrada Santa Maria a Tuoro ad Ariano

Noi dimenticati da tutti...

Ariano Irpino.  

Eternit, ingombranti, plastica, vetro, carcasse di animali e persino un gattino ferito abbandonato tra i rifiuti. E' l'immagine vergognosa di contrada Santa Maria a Tuoro, non molto distante dal Santuario di San Liberatore ad Ariano Irpino. Dopo località Torreamando, (isola ecologica finalmente svuotata anche se il degrado e l'odore nauseabondo resta dopo il percolato fuoriuscito dai rifiuti, sull'asfalto), ecco un'altra cartolina del degrado. Ma qui è storia vecchia e fatto ancora più grave rispetto agli altri luoghi è che qui ci troviamo su una carreggiata stradale. Quei bidoni scomodi a tutti nella zona, alla fine sono diventati una bomba ecologica nella vallata. A depositare rifiuti di ogni genere qui vengono da ogni parte, soprattutto "pigri" della differenziata dal centro della città. E a subire i maggiori danni è il proprietario di un fondo, letteralmente invaso da immondizia che svolazza nei campi spinta dal vento o trascinata dai cani. "Ora basta, questa storia deve finire. Non siamo più disposti a subire. Qui è in gioco la nostra salute. I primi incivili siamo noi della zona - avverte Giuseppe Masuccio - ma qui arrivano da ogni parte e non si può più far finta di niente. Occorre trovare al più presto una soluzione urgente e risolutiva per tutti." E Masuccio dopo aver denunciato questa grave situazione, non è rimasto impassibile nel vedere quel gattino, sofferente e impossibilitato a camminare in quanto ferito. Lo ha preso momentaneamente in custodia e portato a casa al riparo, in attesa dell'intervento dei veterinari dell'Asl. Sul posto una pattuglia della Polizia Municipale, da noi allertata dopo il ritrovamento dell'animale ferito.