Turismo, disastro Avellino: offerta inesistente

Dati in chiaroscuro per Benevento dove l'offerta è dignitosa per turisti che però non ci sono

turismo disastro avellino offerta inesistente
Avellino.  

Difficile attrarre turisti se l'offerta consiste solo in mare e panorami e poco altro. E' l'assunto che viene fuori dalla classifica sul tempo libero de “Il Sole 24 Ore”, che vede il sud sui bassofondi, con Avellino particolarmente in difficoltà. La classifica tiene conto di diversi parametri, incrociando i numeri del turismo con l'offerta apposita, dai teatri ai ristoranti, dai cinema alle mostre agli spettacoli tout court.


E in generale anche in questo caso emerge una spaccatura, anzi due: la prima è tra nord e sud, con le località del nord che hanno numeri e offerta turistica nettamente superiore, la seconda è tra aree interne e area costiera del sud, con la seconda nettamente avvantaggiata.


Per quanto attiene alla Campania tolte Napoli e Salerno che in classifica generale finiscono comunque rispettivamente al 43esimo e al 66esimo posto, tutt'altro che onorevoli (c'è più offerta a Piacenza o Vercelli che a Napoli, stante l'abisso esistente in termini di patrimonio culturale, architettonico, culinario e altro, con tutto il rispetto per Vercelli e Piacenza), e poi a sorpresa Benevento che supera di poco Caserta, nonostante quest'ultima abbia la reggia dalla sua, e sul fondo Avellino, centesima.
Entrando nei singoli aspetti, classifica ribaltata per quanto attiene alle presenze di turisti: Napoli è terza in assoluto, Salerno 38esima, poi Caserta 76esima, Avellino 103esima e Benevento 104esima. Pochi turisti per le aree interne dunque, e che rimangono poc sul territorio: ad Avellino ancor meno di Benevento.


Il Sannio è primo in campania per numero di agriturismi: sono ben 86 ogni 1000 chilometri quadrati, che portano Benevento al 28esimo posto in assoluto, davanti a Salerno (42esima), Napoli (49esima), a sorpresa Avellino (55esima) e infine Caserta (70esima).


Bene Benevento anche per concentrazione di Ristoranti e bar, dov'è seconda in Campania dietro Salerno (anche in questo caso Avellino è ultima della Campania), e per quanto attiene all'offerta culturale: prima per numero di librerie (Avellino è terza in Campania), prima per numero di cinema.


Disastro per quanto attiene i teatri: Avellino è ultima in Italia per numero di spettacoli teatrali,disaastro anche per Caserta, poco più su Benevento, idem per i concerti: Avellino al penultimo posto nazionale, Benevento poco più su al 90esimo posto. Avellino al palo anche per numero di mostre, praticamente zero, mentre Benevento se la cava con un 79esimo posto.
Appaiate, intorno all'80esimo posto Benevento e Avellino per quel che riguarda le attività sportive.


In definitiva emerge anche in una classifica effimera come quella relativa al tempo libero la difficoltà delle aree interne del sud: Avellino in particolare risulta molto, molto indietro in quasi tutti i campi. Migliore la situazione di Benevento, seppur con tantissimo lavoro ancora da fare: nel Sannio l'offerta è buona contrariamente ad alcune lamentele degli ultimi giorni evidentemente, stando agli indicatori del Sole 24 Ore, mancano i turisti però, almeno quelli stanziali, ma è un'analisi da portare evidentemente oltre i confini provinciali.