Ignoffo: "Daremo il massimo, problemi per gli ultimi acquisti"

Avellino - Catania, vigilia travagliata in casa biancoverde tra defezioni e intoppi extra-campo

Avellino.  

Vigilia di campionato per l'Avellino, che domani debutterà nel girone C di Serie C formato 2019/2020 ospitando, tra le mura amiche (calcio d'inizio alle 15, ndr), il Catania. Nel tardo pomeriggio la conferenza stampa pre-partita di Giovanni Ignoffo: “Siamo ancora abbastanza indietro. Siamo in difficoltà anche perché dovremo fare i conti con le assenze di Parisi (squalificato, ndr) e Njie (risentimento muscolare, ndr): peseranno particolarmente perché non abbiamo alternative. Non siamo nelle migliori condizioni.” ha esordito il tecnico dei lupi.

“Dobbiamo fare una prestazione sui livelli della gara con il Bari, ma il campionato è un’altra storia. La Coppa è servita per capire la nostra condizione del momento, che non è ottimale. Il risultato è importante, ma mi aspetto anche una crescita sul piano della prestazione. Il Catania ha un certo potenziale e si sente superiore all’Avellino, il giudice, però, resta il campo. Siamo gratificati dal fatto che ora c’è attenzione rispetto a quanto stiamo facendo. Leggo di complimenti nei nostri confronti, ma c'è da lavorare ancora. Il nostro percorso non termina né oggi né domani, ma dovrà continuare”.

Così sulla “prima” da allenatore in un torneo professionistico: “L'emozione che provo è qualcosa di indescrivibile perché questo ambiente mi ha dato sempre tanto. Ieri sera i tifosi ci hanno fatto capire cosa vuol dire giocare ad Avellino. Ho detto ai ragazzi che erano con me di trasmettere certe sensazioni ai loro compagni e di guardare negli occhi i tifosi quando intonano certi cori perché se ci credono così tanto loro, che non giocano, in quello che siamo e dobbiamo essere, non possiamo, di certo, non crederci noi.”

Ma la crisi societaria non è mai finita, una o due partite non potevano e dovevano farlo dimenticare, nonostante l'innato desiderio, da parte di taluni, di non voler sentir parlare di ciò che non fa piacere sentire. Ed ecco, puntuale, esplodere un altro bubbone denso di grotteschi problemi fuori dal campo: “Tonti non sta benissimo, quindi quasi certamente partiremo con Abibi tra i pali. Ci sono tanti ballottaggi che valuterò insieme ai miei collaboratori in ritiro. Ho dei dubbi sull’utilizzo di qualche calciatore: Karic, Illanes e De Marco (annunciati ufficialmente, ndr) al momento non sono utilizzabili. Manca ancora l’ok della terza giurisdizione (i commissari giudiziali, ndr). I ragazzi sono tesserati, ma restano in dubbio. Preoccupato per eventuali intoppi da qui alla fine del mercato, oltre i tre casi specifici? Sono solo problemi di tempistica, i contratti sono stati regolarmente depositati. Cercheremo di fare il massimo con i calciatori che avremo a disposizione.”

Clicca sul pulsante "play", al centro della foto in apertura, per vedere la conferenza stampa integrale di Giovanni Ignoffo alla vigilia di Avellino - Catania.