23 novembre 1980: la Curva Sud Avellino ricorda le vittime del terremoto

"Noi siamo terremotati", corteo da Corso Vittorio Emanuele II alla Torre dell'Orologio

Avellino.  

Con un corteo nato da corso Vittorio Emanuele II con fermate alla Chiesa del Rosario, in Piazza della Libertà e alla Dogana, all'Obelisco di Carlo II d'Asburgo, e terminato sotto la Torre dell'Orologio, la Curva Sud Avellino ha reso omaggio alle vittime del terremoto del 23 novembre 1980.

"19.34. Fermo il tempo in un ricordo eterno"

Come ogni anno la tifoseria organizzata biancoverde ha ricordato chi ha perso la vita nel sisma che sconvolse il capoluogo e la provincia di Avellino. Al grido di "Noi siamo terremotati" i partecipanti al corteo e all'iniziativa hanno atteso le 19.34, l'ora e il minuto della scossa di magnitudo Richter 6,9. "Fermo il tempo in un ricordo eterno", questo lo striscione esposto dalla Curva Sud Avellino nel tributo di questa sera, completato con la deposizione di fiori nella Piazza 23 novembre 1980 a pochi passi dalla Cripta del Duomo.