Credito d'imposta: il Governo apre, il basket chiede garanzie

La LBA e le leghe all'esecutivo: "Alle parole seguano impegni concreti e tempi certi"

credito d imposta il governo apre il basket chiede garanzie
Avellino.  

"Stupisce che per il credito di imposta sulle sponsorizzazioni sportive non siano state trovate le adeguate coperture, mentre per interventi a pioggia, privi di carattere strutturale, ci risulta che le risorse siano state stanziate eccome". Il Comitato 4.0, l'unione delle leghe di basket, volley, ateltica e terza serie del calcio, replicano così a quanto riferito in giornata dal Ministro per le politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora, che ha riaperto sul credito d'imposta per le sponsorizzazioni.

Il basket chiede certezze nel mese di luglio per la programmazione del 2020/2021: "Le società sportive professionistiche e dilettantistiche di alto livello chiedono che alle parole seguano impegni concreti e tempi certi. Non è possibile rimandare ancora un provvedimento quando i palazzetti sono vuoti da mesi, gli sponsor in difficoltà e le iscrizioni al prossimo campionato a rischio. Nello scostamento di bilancio si troveranno le risorse? Apprezziamo molto l’apertura e la disponibilità del Ministro Spadafora, ora ci aspettiamo che il Governo inserisca la misura del credito di imposta direttamente nel testo del prossimo provvedimento. Al contempo, però, abbiamo bisogno di essere rassicurati anche da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze, per questo abbiamo chiesto un incontro al Ministro Gualtieri, ci auguriamo di essere ricevuti il prima possibile".