Sannio: gli immigrati aumentano, i reati no

L'analisi dell'Infodata de Il Sole 24 Ore: in calo furti e rapine, in aumento colpi in casa

sannio gli immigrati aumentano i reati no
Benevento.  

Più immigrati uguale più reati? No: è una semplificazione fuorviante e sbagliata, come dimostra l'analisi del sistema Infodata de “Il Sole 24Ore”. Sbagliato anche dire il contrario, evidentemente. Dai dati snocciolati dal quotidiano economico appare evidente infatti che non esiste alcuna correlazione tra i due fenomeni, l'aumento degli immigrati e i reati, o meglio, come specifica anche il Sole 24 ore ce ne sono di diverse e contraddittorie fra loro.I  numeri relativi ai reati segnalati alle forze dell’ordine arrivano dal Viminale. Beninteso: se un reato non è stato denunciato, non è presente nel conteggio totale, sono invece conteggiati i reati commessi da clandestini.
Per quanto attiene al Sannio, le contraddizioni cui si accennava prima emergono evidenti. Tenendo in considerazione il numero di presenze di stranieri tra il 2014 e il 2017 la popolazione è cresciuta di 1,2 punti percentuali, di poco dunque, rispetto ad altre città italiane, ma il numero di stranieri è aumentato.
Sono aumentati con la popolazione anche i reati? Non c'è una correlazione, ed è evidente dai numeri che emergono. Sono calati i furti tout court commessi da stranieri (denunciati) nel periodo in questione del 2,1 per cento, sono calate le rapine messe a segno dagli stranieri dello 0,3 per cento,  scendendo nel dettaglio restano invariati i furti d'auto e calano ancora gli scippi (-0,8 per cento) e i furti all'interno di esercizi commerciali sanniti (-1,1 per cento). Sono aumentati invece i furti in casa, con un preoccupante +6,1 per cento.
Dunque è evidente che una correlazione tra i due fattori, l'aumento degli stranieri e l'aumento dei furti, sia quantomeno ardita e tirata per i capelli, come ardito sarebbe negarla totalmente.                                                            

Crisvel