Dalle scuole alle contrade, la città diventa cardio protetta

Defibrillatori nei punti strategici del territorio con l'iniziativa di Misericordia e comune

dalle scuole alle contrade la citta diventa cardio protetta
Benevento.  

Quindici defibrillatori nei punti strategici della città e cinquemila persone coinvolte nel percorso di formazione. Sono i numeri del progetto 'Benevento, Città Cardio Protetta' presentato questa mattina a Palazzo Mosti. Iniziativa promossa dalla Misericordia in collaborazione con il comune di Benevento. Si punta a fare formazione e soprattutto a promuovere la cultura della prevenzione tra la popolazione.

“Questo progetto - ha spiegato Angelo Iacoviello, presidente della Misericordia – ha il duplice obiettivo sia di impiantare i defibrillatori in quanti più punti strategici della città sia di formare quante più persone possibili. Un progetto ambizioso che auspichiamo di poter completare in ventiquattro mesi: nella prima fase puntiamo a formare almeno cinquemila persone”. Si parte con l'installazione di circa 15 apparecchi che saranno donati dai vari enti, a partire dal comune di Benevento: “Gli apparecchi – ha precisato il presidente della Misericordia - saranno donati dai vari enti, come già avvenuto per il comune di Benevento dove un gruppo di consiglieri comunali, che ha sposato l'iniziativa qualche mesa fa, già ha fatto una raccolta fondi e acquistato il defibrillatore. Infatti partiremo a breve con il primo corso a circa trenta persone presso il comune”. Il percorso avviato oggi per dotare tutta la città dei defibrillatori, dovrà camminare contestualmente all'azione formativa messa in campo dall'associazione che prevede una serie di azioni che coinvolgano anche scuole e università: “Puntiamo ad utilizzare anche i defibrillatori già esistenti, come nel caso delle scuole. All'università, invece, chiederemo di realizzare un App in grado di mettere in contatto tutti coloro che faranno parte di questa rete di soccorso, tutto naturalmente coordinato dalle istituzioni”.